Aggressioni e morsi, quattro cani seminano il panico a Gualdo Cattaneo. La protesta dei cittadini

I quattro pastori maremmani, come le pecore e i maiali, sono del titolare di un'azienda agraria e si aggirano liberamente anche in città

Quattro cani, pastori maremmani, a spasso per Gualdo Cattaneo e campagna circostante. Aggressioni, morsi e denunce da parte della popolazione atterrita. E anche un processo a Spoleto, davanti al giudice di pace, per un’aggressione ad un giovane e al suo cane.

I cani in questione, come pecore e maiali che si aggirano per le strade di campagna e dell’abitato, sono del proprietario di un’azienda agricola, senza recinzione né controllo. Gli episodi pericolosi sono stati segnalati ai carabinieri, alla polizia locale, al sindaco e all’Asl.

Un giovane stava passeggiando con il suo cucciolo di pastore tedesco ed è stato aggredito in mezzo alla strada, riportando ferite giudicate guaribili in cinque giorni e poi aggravatesi fino a 25 per infezioni e terapie; mentre il cane è stato quasi ucciso, morso al collo da un cane molto più grande. L’aggressione ha generato un processo penale davanti al giudice di pace di Spoleto con il giovane costituito parte civile tramite l’avvocato Adelinda Moretti. Il proprietario dei cani sostiene che non c’è stata alcuna aggressione e pretenderebbe un risarcimento per il disturbo.

Una signora incinta stava prendendo il sole nel giardino di casa sua quando si è vista saltare addosso uno dei quattro pastori maremmani. Fortunatamente senza conseguenze.

I cani sono stati portati via dal servizio veterinario dell’Asl di Foligno, ma poi sono stati restituiti al proprietario. Nei dintorni dell’azienda agraria, però, adesso non passa più nessuno a piedi o in bicicletta, neanche i vicini, perché tutti hanno paura di essere aggrediti. Chi abita nei dintorni preferisce fare un giro molto più largo per rientrare a casa.

Poi decine di segnalazioni di animali, cani, pecore e maiali, che entrano nei giardini, nelle proprietà privata, nelle vie del centro storico. Tanto che il sindaco ha convocato una riunione con i carabinieri, l’Asl e la polizia locale per trovare una soluzione.

Potrebbe interessarti

  • Pancia gonfia, ecco le cause e i rimedi naturali

  • Asciugatrice, serve o no? Ecco come capirlo

  • Spazzatura, come disinfettare i bidoni ed evitare il cattivo odore, specie d'estate

  • Le oasi naturalistiche più belle intorno a Perugia da visitare in famiglia

I più letti della settimana

  • Tragedia a Perugia, muore a 42 anni in piscina: inutili i soccorsi

  • Sostiene un esame a Medicina e precipita dalle scale dell'Ospedale: muore a soli 26 anni

  • Umbria, sparatoria in pieno centro a Terni: carabiniere ferito

  • Tragedia in Umbria, precipita dal quarto piano: muore a 38 anni

  • Università di Perugia in lutto, studentessa tragicamente scomparsa: "Vicini alla famiglia"

  • Miss Italia 2019, eletta la più bella di Perugia: tutte le premiate

Torna su
PerugiaToday è in caricamento