Cronaca

Sorpreso a drogarsi, minaccia e insegue con due compari la signora

E' accaduto stamattina al parco dei Rimbocchi di Elce

Parco Rimbocchi. Sorpreso a drogarsi, minaccia e insegue con due compari la signora che lo individua. Erano le nove di stamattina.

“Si stava facendo di crack”, afferma con sicurezza la signora Monica Capuzzo, coniuge di Antonio Lusi, fondatore e presidente dell’Associazione Mirò e gestore del circolo all’interno del parco dei Rimbocchi. “Inequivocabile l’attrezzatura che quel tipo aveva a disposizione e stava utilizzando”.

La signora andava a dare una ripulita alla zona, come fa abitualmente, sebbene il Circolo sia chiuso causa covid. Ha avvertito dei rumori. Si è accostata al prefabbricato della vergogna (Parco dei Rimbocchi: vandalismo, incuria e degrado) e ha notato un nordafricano che si stava drogando. Lo ha apostrofato chiedendogli come mai fosse là e invitandolo ad andarsene.

L’uomo ha risposto in malo modo. Nel frattempo si sono presentati altri due individui (che probabilmente erano nei paraggi o dietro al prefabbricato) e hanno minacciato la signora, facendosi provocatoriamente avanti.

A questo punto, la donna, in preda a comprensibile agitazione, ha cercato di scappare. Ha infilato le scalette che dal campetto da calcio risalgono allo spiazzo superiore, dove aveva lasciato l’auto. Quei brutti ceffi l’hanno inseguita, con l’evidente proposito di farle del male.

È entrata in macchina, si è chiusa all’interno. Quindi ha messo in moto e si è allontanata a tutto gas.

Il marito Antonio Lusi dichiara: “La nostra presenza purtroppo, da troppi mesi a questa parte, è estremamente limitata, causa la chiusura forzata del Circolo. I risultati purtroppo si vedono”. Aggiunge: “Abbiamo fatto richiesta al Comune di telecamere che tuttavia, non essendo a bilancio la relativa spesa, non possono essere istallate. Chiediamo che il Comune faccia uno sforzo”.

I timori: “Se questa mattina ci fossi stato io, la situazione avrebbe potuto prendere una brutta piega e comunque il rischio corso da mia moglie, non è minimamente tollerabile”.

Questo accade in quel luogo, abbandonato al degrado. Quel prefabbricato, rifugio di tossici e sbandati, deve assolutamente essere rimosso. O ripulito, restituito a una condizione accettabile e chiuso a doppia mandata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpreso a drogarsi, minaccia e insegue con due compari la signora

PerugiaToday è in caricamento