Cronaca Elce

Elce, aggredisce un passante con una bottiglia di vetro presa dal cassonetto: a processo

L'uomo è accusato di minacce e lesioni aggravate. Fermato dal personale di una sala scommesse

Prende una bottiglia di vetro da un cestino dei rifiuti e cerca di colpire un avventore in sala scommesse.

Un 57enne, di origini marocchine, difeso dall’avvocato Pasquale Perticaro, è finito davanti al giudice con l’accusa di minacce e lesioni aggravate “perché minacciava ripetutamente” un 34enne, italiano, “di un male ingiusto con l’uso di un’arma (impropria), brandendo al suo indirizzo una bottiglia rotta”.

L’imputato, soggetto conosciuto nel quartiere di Elce per le sue intemperanze e per l’abuso di sostanze alcoliche, avrebbe preso “da un cassonetto presente nelle immediate vicinanze” la bottiglia “e nel medesimo contesto, con la stessa arma cercava di colpirlo alla spalla, con ciò compiendo atti idonei, diretti in modo non equivoco a procurargli lesioni personali”.

Non riusciva nel suo intento “in ragione dei ripetuti interventi di terzi soggetti per trattenerlo e farlo desistere”. Cioè i dipendenti della sala scommesse davanti alla quale stavano avvenendo i fatti, il 17 settembre del 2019.

L'aggredito si allontanava senza reagire ed erano poi i dipendenti della sala scommesse a chiamare la Polizia che rintracciava l’uomo e lo denunciava.

Oggi si è svolta la prima udienza nel corso della quale la vittima dell’aggressione si è costituita parte civile tramite l’avvocato Federico D’Ambrosio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elce, aggredisce un passante con una bottiglia di vetro presa dal cassonetto: a processo
PerugiaToday è in caricamento