Aggredisce con una stampella l'ufficiale giudiziario che esegue lo sfratto, condannato a 4 mesi

Mima il gesto dello sgozzamento e cerca di impedire la sostituzione della serratura, poi collassa e viene trasportato in ospedale

Sfratto movimentato in centro storico a Gualdo Tadino, con minacce che volano, stampelle che roteano, un’ambulanza chiamata per un attacco epilettico e una condanna a 4 mesi (pena sospesa) decretata dal giudice in tribunale.

L’episodio era avvenuto un paio di anni fa, quando l’ufficiale giudiziario si era recato presso un immobile per eseguire uno sfratto. Nell’appartamento abitava un uomo, uno straniero, con la moglie disabile.

L’ufficiale giudiziario, il fabbro e quattro agenti della Municipale non avevano trovano nessuno in casa e avevano proceduto ad aprire la porta e sostituire la serratura. Mentre si svolgevano queste operazioni si erano presentati gli occupanti. La donna avanzando lentamente con le stampelle, l’uomo togliendosi la giacca, arrotolando le maniche della camicia e urlando contro gli agenti della Municipale, mimando anche il gesto dello sgozzamento.

Una volta arrivato davanti agli agenti, secondo quanto raccontato in tribunale, l’uomo avrebbe preso una stampella alla moglie, iniziando a rotearla per aria cercando di colpire poliziotti, ufficiale giudiziario e fabbro. La donna, invece, avrebbe tentato di rientrare in casa per impedire lo sfratto.

Dopo diversi minuti di terrore in piazza, però, l’uomo era collassato a terra, in preda ad un attacco epilettico, per essere soccorso dal farmacista e dal personale del 118. Al primo intervento seguiva il ricovero in ospedale a Branca, mentre la moglie veniva affidata ai servizi sociali per una sistemazione di emergenza.

In tribunale, difeso dall’avvocato Delfo Berretti, l’uomo è stato condannato a 4 mesi di reclusione e al pagamento delle spese processuali per interruzione di pubblico servizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Foligno, scoperto cadavere lungo la strada: indagano le forze dell'ordine

  • Auto distrutta nell'incidente provocato da un cane libero sulla E45: "Aiutatemi a trovare i padroni"

  • Ferrari 488 Pista, dalle corse alla strada: monta il motore V8 3.9 turbo, venduto a Perugia uno dei pochi esemplari prodotti

  • Artemisia, la bimba umbra dai lunghi capelli rossi, è già una star: dalle super griffe a Netflix

  • Mantignana, donna trovata morta in un appartamento: le indagini dei carabinieri

  • A Città di Castello apre il ristorante-pizzeria Food Art: mangi e leggi libri e fumetti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento