Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Basta topaie e case fatiscenti in affitto: ecco il portale che ti fa evitare fregature a Perugia

Nuova convenzione sottoscritta da Comune, Università e associazioni delle agenzie immobiliari. Nasce un portale per studenti e non solo dove scegliere casa, senza costi di intermediazione: ecco come funziona e come muoversi

 La piaga degli affitti a nero e improponibili (locali-spazzatura affittati anche a costi alti) che spesso è stata denunciata da molti studenti fuori sede a Perugia, sarà arginata con una nuova convenzione che va sotto il nome di "Affitto-Sicuro". Un marchio che è stato fatto proprio anche da centinaia di agenzie immobiliari perugine e delle altre città umbre dove c'è una sede unitarsitaria proprio per controllare gli immobili che vengono poi immessi nel mercato degli affitti. L'accordo porta la firma del Rettore Franco Moriconi, il Comune di Perugia e di Bruno Biagiotti, Presidente collegio provinciale di Perugia della FMAA.

L’apporto della Federazione Italiana Mediatori Agenti d’Affari (FIMAA), aderente alla Confcommercio, è stato determinante per coinvolgere le agenzie immobiliari,  di cui già un centinaio partecipano al progetto (altre possono aderire d’ora in avanti) esponendo un apposito logo sulla vetrina dell’agenzia. Il professor Moriconi ha ricordato che, con questi servizi, l’Università di Perugia, è nelle condizioni di accogliere nel modo migliore gli studenti e di assisterli nella loro permanenza a Perugia e nelle altre città umbre sedi decentrate dell’Ateneo.

Biagiotti, della Federazione Mediatori, ha illustrato il portale internet attraverso il quale gli studenti potranno scegliere alloggi sicuri, certificati e senza spese per le pratiche legali e amministrative. “Sicuri – ha sottolineato Biagiotti - perché nell’elenco consultabile nel portale internet dell’Università e del Comune di Perugia entreranno appartamenti che abbiano requisiti minimi secondo criteri standard di qualità e graduati con ‘grifetti’, sistema analogo alle ‘stelle’, ma così caratterizzato per il significato che il Grifo ha per Perugia, e suggeriti dal Rettore Moriconi. Uno, due, tre i ‘grifetti’ a garanzia di una qualità certa dell’alloggio e 4 ‘grifetti’ per un alloggio di livello superiore, ma anche di maggior costo. Per utilizzare gratuitamente tale servizio sarà sufficiente esibire il libretto universitario”. Un analogo servizio sarà realizzato anche a Terni, utilizzando le ‘fere’ come simbolo per classificare il livello degli alloggi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basta topaie e case fatiscenti in affitto: ecco il portale che ti fa evitare fregature a Perugia

PerugiaToday è in caricamento