menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il grande perugino dimenticato e "dannato", l'aeroporto porta il suo nome

Adamo Giuglietti era nato, il 25 marzo 1913, a Perugia, più esattamente a Ponte Felcino. Appassionato di volo, giovane intraprendente e preparato, conseguì il brevetto di pilota e raggiunse il grado di sergente

“Aeroporto internazionale dell’Umbria San Francesco d’Assisi”: questo il nome dell’infrastruttura aeroportuale di Sant’Egidio. Nome che mette d’accordo tutti: laici e cattolici, perugini e abitanti della città serafica.

Ma quanti perugini e umbri conoscono veramente il nome di battesimo originale del nostro Sant’Egidio? Sarebbe ingiusto dimenticare la precedente, storica denominazione di “Aeroporto Adamo Giuglietti”. Ma è tutta colpa della damnatio memoriae, intimamente legata alle vicende politiche, alle opportunità e agli opportunismi. Un personaggio, questo Giuglietti, misconosciuto, ma che mantiene una sua rilevanza nella storia dell’aviazione italiana, oltre che nella memoria locale. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento