menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Espulsioni senza sosta da Perugia: via al pusher seriale, al latitante da 15 anni, al criminale sentimentale

Funziona il piano Questura-Carabinieri-Prefettura per aumentare i rimpatri di stranieri considerati pericolosi socialmente. Il fine settimana scorso è stato particolarmente impegnativo per gli agenti dell'Ufficio Immigrazione che hanno rimpatriato tre albanesi

Funziona il piano Questura-Carabinieri-Prefettura per aumentare i rimpatri di stranieri considerati pericolosi socialmente. Il fine settimana scorso è stato particolarmente impegnativo per gli agenti dell’Ufficio Immigrazione che hanno rimpatriato tre albanesi, già condannati per spaccio di stupefacenti, in particolare cocaina.

COPERTO DALLA FAMIGLIA - Il primo è un 35enne, che si è macchiato del reato nel 2002. Da allora ha vissuto in clandestinità non ottemperando all’ordine di Espulsione grazie alla rete di protezione offertagli da alcuni familiari in città e nella zona del Trasimeno che gli hanno offerto più volte rifugio. L’ultimo rintraccio di Carabinieri di Perugia è stato determinante per interrompere il suo soggiorno in Italia: in poche ore è stato espulso ed imbarcato presso l’Aeroporto San Francesco nel volo per Tirana. Era clandestino addirittura da 15 anni.

ESPULSO PER LA TERZA VOLTA - Il secondo è un 26enne, spacciatore di cocaina rintracciato dai carabinieri di Torgiano.
Era già stato accompagnato in Albania altre due volte nel 2010 e nel 2012, e ogni volta era rientrato violando le frontiere.
Dopo questo rintraccio dei Carabinieri è stato arrestato e condannato a sei mesi di reclusione e l’autorizzazione alla sua espulsione. E' stato condotto a Fiumicino per il volo per Tirana. Aveva spiegato di essere tornato clandestinamente per amore. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento