menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Imbottito di contanti prova a fregare la polizia: bloccato all'aeroporto e cacciato

L’uomo, in arrivo da Tirana, si è presentato al controllo Polizia con un passaporto albanese e ha dichiarato di venire in Italia per affari. Ma ai poliziotti quella storia non torna

Bloccato. Il trucco per fregare gli agenti della Questura e passare i controlli all'aeroporto di Perugia non ha funzionato. Andiamo con ordine. L’uomo, in arrivo da Tirana, si è presentato al controllo Polizia con un passaporto albanese e ha dichiarato di venire in Italia per affari. Ma ai poliziotti quella storia non torna.

“Lo straniero – scrive la Questura di Perugia - , in possesso di 2.000 euro in contanti, dichiarava di venire per due giorni in Italia Perugia e Bologna per affari inerenti la compravendita di auto ma risultava privo di biglietto aereo di ritorno, nonché di qualsiasi prenotazione alberghiera né di qualsivoglia documento che attestasse la propria attività”. E la situazione, per il 23enne, peggiora. Gli agenti continuano a fargli domande. E lui risponde. Male, però. Tanto male da dichiarare “di volersi fermare a Bologna per due giorni, indicando quale persona che lo attendeva un connazionale risultato ai controlli essere pluripregiudicato per furto e prostituzione”. Respinto e rispedito in Albania.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento