Cronaca

Adisu, bilancio in attivo: scatta il recupero crediti su borse di studio e servizi per studenti revocati

La Regione all'Agenzia per il diritto allo Studio: "E' necessaria la prosecuzione dell’attività di gestione e recupero dei crediti verso studenti"

L'Agenzia per il diritto allo Studio chiude un bilancio in attivo ma dovrà, anche su indicazione della Regione Umbria, continuare nell'opera di tagli dei costi di gestione e soprattutto recuperare i "molti" crediti che vanta l'Adisu nei confronti degli studenti (e quindi anche famiglie) che, dopo le verifiche, si è scoperto non avere requisiti o peggio ancora aver dichiato, nelle autocertificazioni, il falso. "L’andamento del conto economico 2019 evidenzia un utile d’esercizio pari a € 1.972.221,88": si legge nel resoconto dell'Agenzia.

Ma quello che preoccupa sia i dirigenti dell'Adisu che la Regione è il recupero dei crediti in particolare quello verso i privati dato che costringe l'Agenzia ad incrementare un fondo speciale che di fatto toglie risorse fresche al Diritto allo Studio. "E' necessaria la prosecuzione dell’attività di gestione e recupero dei crediti verso studenti".

Ma quanto ammonta la cifra? "Altre poste creditizie rilevanti sono quelle riferibili ai crediti verso altri enti pubblici e tributari, ma la situazione che necessita di maggiore attenzione, in ragione della rischiosità del debitore, è quella relativa ai crediti verso privati ove, all’interno dell’ammontare complessivo di 973.129,06 euro , ancorain crescita rispetto al 2018, + 3,3%) l’importo più rilevante è quello relativo alle posizioni creditizie verso studenti per recuperi di borse di studio in denaro (499.824,31 euro) e in servizi (abitativo e mensa) a seguito di revoca (rispettivamente 106.968,82 euro e 109.121,27 euro)".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Adisu, bilancio in attivo: scatta il recupero crediti su borse di studio e servizi per studenti revocati

PerugiaToday è in caricamento