menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Siccità, Municipale e controlli: verbali da 6mila euro per chi lava l'auto

Aumentati i controlli dei vigili per far rispettare l'ordinanza anti-sprechi. Stop alla pesca sul Tevere da Umbertide a Torgiano. Rubinetti già adesso con acqua razionalizzata?

Rafforzato il sistema di vigilanza della Polizia Municipale per evitare sprechi di acqua della rete idropotabile a causa della grave crisi idrica che ha praticamente ridotto di due terzi sia le sorgenti che pozzi. Situazione nettamente peggiore per i torrenti ormai asciutti e per il Tevere e Chiascio ridotti a rigagnoli. Si rischia fino a 6mila euro per coloro che utilizzerano l'acqua della rete per annaffiare orti, giardini e lavare l'auto nel proprio piazzale.

L'ordinanza fino al 30 settembre sarà in vigore, non si esclude anche una proroga se continuerà la crisi idrica. A Perugia, su segnalazione di alcuni lettori del centro storico, c'è addirittura la percezione che anche dai rubinetti delle case l'acqua stia incominciado ad essere razionalizzata dato almeno per quanto riguarda la potenza e quantità del flusso. Blocco della pesca invece sul Tevere da Umbertide fino a Ponte Nuovo di Torgiano e anche in tutti gli affluenti.

"La fauna ittica si è concentrata nelle pozze d’acqua rimaste, nelle quali risulta essere particolarmente vulnerabile"; questa la spiegazione della Provincia di Perugia. Per i 18mila pescatori di casa nostra non resta che la zona di Monte Molino nel tuderte e il Lago di Corbara nell'Orvietano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento