Accordo indennità Covid19 operatori sanitari, esultano i sindacati: "12 milioni di euro per 10mila lavoratori"

Il riconoscimento economico sarà erogato già nel mese di maggio

"Obiettivo raggiunto! Abbiamo ottenuto ciò che avevamo chiesto e che potevamo chiedere in base alla normativa vigente”. Non nascondono la loro soddisfazione i sindacati delle lavoratrici e dei lavoratori umbri della sanità per la chiusura dell’accordo che porterà un significativo riconoscimento economico a tutto il personale del servizio sanitario regionale, ed in particolare a quello coinvolto nell’emergenza Covid-19. 

“Sono 12 milioni di euro per 10mila lavoratori - sottolineano Fp Cgil, Fp Cisl e Uil Fpl dell’Umbria - ovvero una media di oltre mille euro a testa. Un risultato che è stato possibile grazie all’impegno e al sacrificio di lavoratrici e lavoratori, oltre che all’impegno di Cgil, Cisl e Uil”. 

Il riconoscimento economico sarà erogato già nel mese di maggio, attraverso una una tantum legata alla produttività (circa 10 milioni di euro) che sarà variabile a seconda del coinvolgimento diretto del lavoratore o della lavoratrice nell’emergenza covid (da 20 a 45 euro al giorno, riferiti al mese di marzo), inclusi riposi compensativi, infortuni ed eventuale quarantena. C’è poi un’altra parte economica rilevante che sarà gestita attraverso le indennità, previste dal contratto nazionale, per le quali sono stati individuati criteri più chiari e omogenei tra aziende.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Siamo certamente soddisfatti per il risultato raggiunto, ma la partita non si chiude qui - hanno chiarito i sindacati - siamo infatti già al lavoro per accelerare su stabilizzazioni ed assunzioni, valorizzare gli Rls per garantire massima sicurezza a chi lavora (in particolare su procedure e Dpi) e avviare la contrattazione regionale”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il buono postale regalato dalla nonna è scaduto e non pagabile, la nipote vince la causa

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Linea Verde Life fa tappa a Perugia ed elogia l’Antica Latteria di via Baglioni (le immagini)

  • Occhio allo smishing, la nuova truffa svuota conto corrente: basta rispondere ad un sms

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 19 settembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento