rotate-mobile
Cronaca

Lite tra fidanzati finisce nel sangue: lui trasportato in ospedale accoltellato, lei in tribunale

L'uomo aveva provato di difendersi, rimanendo ferito alla spalla, al braccio e ad una mano. La donna era stata portata via dalla Polizia

La lite tra fidanzati finisce a coltellate. Finisce anche l’amore e lei si ritrova in tribunale con l’accusa di lesioni personali gravissime per una serie di ferite con arma da taglio su spalla, braccio e mano dell’ormai ex fidanzato.

La giovane donna, sudamericana, difesa dall’avvocato Gaetano Figoli, è finita sotto processo per lesioni personali aggravate, per “aver colpito con arma da taglio” il fidanzato al culmine di una lite, “attingendolo in regione omerale così da cagionargli una lesione personale consistita in ‘ferita da taglio braccio sinistro, 1 dito mano sinistra’ dalla quale è derivata una malattia giudicata guaribile in 20 giorni”.

L’uomo, assistito dall’avvocato Vincenzo Maria Maccarone, aveva provato a difendersi, alzando il braccio, ma non aveva potuto evitare i colpi ed era stato portato via dal 118 in gravi condizioni, dalla sua abitazione nella zona di Fontivegge, la sera del 24 febbraio del 2017.

La ragazza era stata portata in Questura e interrogata dagli agenti della Squadra Mobile. Poi la denuncia e il processo. I due non stanno più insieme dopo quella sera.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite tra fidanzati finisce nel sangue: lui trasportato in ospedale accoltellato, lei in tribunale

PerugiaToday è in caricamento