Umbertide, chiede monete anche agli agenti di polizia: denunciato per accattonaggio molesto

Individuato dopo diverse segnalazioni dei cittadini alla stazione ferroviaria, per il 40enne di origini pugliesi è stato richiesto anche il divieto di ritorno in città

Chiedeva qualche spiccio ai passanti nel centro storico di Umbertide. Ha chiesto una monetina anche ai poliziotti che stavano facendo controlli alla stazione, anche al capotreno.  

Un volto conosciuto e spesso e volentieri segnalato dagli stessi cittadini per la sua questua piuttosto insistente, tanto da diventare molesta e aggressiva. Gli agenti del commissariato di Città di Castello lo hanno fermato e identificato: si tratta di un 40enne di origine pugliese, con diversi precedenti a suo carico. 

L'uomo è stato denunciato per accattonaggio molesto e al questore di Perugia è stata avanzata la richiesta di applicare la misura del divieto di ritorno nel territorio comunale di Umbdertide per tre anni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Bollettino medico Coronavirus: "Nessun contagio in Umbria ad oggi". Si decide su scuole ed eventi

  • Coronavirus, due tamponi positivi in Umbria. La Regione: "Casi d'importazione, non rinconducibili a focolai locali"

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento