rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca

Presunti abusi sacerdote, la Curia: "Fiducia negli inquirenti"

Una nota della Curia Arcivescovile commenta le notizie sulle denunce depositate in Procura a Perugia, da parte di alcuni ex ospiti della Caritas su presunti abusi subiti da un sacerdote

In merito alla questione dei presunti abusi sessuali di un sacerdote nei confronti di alcuni ospiti della Caritas e della denuncia depositata in Procura, la Curia arcivescovile di Perugia commenta gli esposti depositati presso la Procura della Repubblica.

Nel testo è chiara la fiducia dell'ambiente cattolico nel lavoro degli inquirenti e l'istituzione di una commissione d'indagine interna: "Si apprende dagli organi di stampa in data 17 e 18 novembre 2011 che sarebbero stati depositati presso la competente Procura della Repubblica alcuni esposti da parte di ex ospiti delle Case di accoglienza Caritas circa presunti abusi commessi da un sacerdote.

La Curia arcivescovile di Perugia, nel confermare piena fiducia negli organi inquirenti, rende noto che la Commissione di indagine appositamente istituita è composta da: mons. Pierluigi Rosa, vicario giudiziale del Tribunale Ecclesiastico Diocesano, nella qualità di istruttore; avv. Enrico Solinas, giudice presso il Tribunale Ecclesiastico Umbro, nella qualità di notaio; suor Elena Ascoli, religiosa, nella qualità di notaio aggiunto. La suddetta Commissione diocesana, nell’adempimento delle norme canoniche, prosegue il suo lavoro con la massima disponibilità al recepimento di segnalazioni per appurare la verità dei fatti nella salvaguardia dell’onorabilità del sacerdote e per la tutela di tutte le persone che eventualmente avessero subito offese nella propria dignità".

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presunti abusi sacerdote, la Curia: "Fiducia negli inquirenti"

PerugiaToday è in caricamento