menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In carcere per abusi sessuali su due bimbe e foto "choc": il commerciante indagato chiede di tornare libero

Il commerciante 60enne arrestato nelle settimane scorse per presunti abusi su due bimbe di 8 e 5 anni e per detenzione di materiale pedopornografico, gioca la carta del Riesame

Chiede il ritorno in libertà il commerciante di Bastia Umbra finito in carcere con l'accusa di abusi su due minori. Dopo l’interrogatorio di garanzia dinanzi al giudice in cui ha cercato di chiarire la sua posizione, ora l'indagato gioca la carta del Riesame. Il commerciante 60enne finito in carcere su ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip, chiede un ritorno in libertà o – in subordine – una misura meno afflittiva e tramite i suoi legali (avvocati Francesco Falcinelli e Andrea Ponti) ha fatto ricorso al tribunale della libertà.

Molestie sessuali su due bimbe piccole, il presunto pedofilo in carcere si difende: "Mai toccate"

I giudici si sono riservati la decisione mentre il commerciante di Bastia, arrestato nelle settimane scorse, ha sempre respinto ogni addebito. Sia per le molestie sulle due bambine, che della visione del materiale pedopornografico ritrovato nei supporti informatici a lui in uso. La drammatica vicenda ha preso piede dopo la denuncia sporta dalla moglie dell’uomo che lo avrebbe colto in atteggiamenti “scioccanti” nei confronti di una bimba di appena 8 anni. Fino a un altro, inquietante, episodio risalente ad aprile di quest’anno nei confronti di una piccola di 5 anni. Nelle prossime ore arriverà la decisione dei giudici. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento