Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca

Abbandona sola in casa l'anziana cieca e disabile: badante condannata

Quattro mesi di reclusione è la pena inflitta alla donna per aver lasciato senza assistenza una donna di 85 anni

Quattro mesi di reclusione per avere abbandonato l’anziana che doveva accudire. È la condanna inflitta ad una donna di 47 anni, moldava, per non aver prestato le cure per cui era stata assunta a una signora di 85 anni, cieca e disabile, lasciandola da sola in casa.

L’imputata, una donna di nazionalità moldava difesa dall’avvocato Rita Puce, era stata assunta per assistere una persona anziana di 85 anni non autosufficiente, ma “in più occasioni” si sarebbe “allontanata dall’abitazione della donna ... senza plausibile giustificazione e senza curarsi di avvisare i familiari né altre persone in grado di provvedere alla cura o all’accudimento”.

Per la Procura di Perugia avrebbe abbandonata a se stessa l’anziana, esponendola “a rischio concreto di pregiudizio per la propria incolumità”.

In un’occasione la badante avrebbe raggiunto Perugia, senza motivo, e avrebbe lasciata sola la donna per oltre tre ore, fino all’intervento di una pattuglia della Polizia locale di un comune nel Perugino, chiamata dall’assistente sociale e dall’amministratore di sostegno che dovevano effettuate una visita domiciliare e nessuno apriva la porta.

Gli agenti, avevano constatato “lo stato di abbandono” dell’anziana e dell’abitazione: “Solo casualmente, dopo oltre tre ore e mezzo, l’anziana è stata ritrovata in casa da una pattuglia della polizia municipale che ne constatava lo stato di abbandono su segnalazione dell’assistente sociale e dell’amministratore di sostegno, intervenuti per una visita domiciliare senza poter accedere per prestare assistenza”.

Comportamenti che per il giudice sono punibili con 4 mesi di reclusione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbandona sola in casa l'anziana cieca e disabile: badante condannata
PerugiaToday è in caricamento