rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca

Camionista di giorno e rapinatore di notte di prostitute a Perugia. L'accusa: le minacciava con un coltello

L'uomo derubato tre ragazze lungo le strade e in luoghi appartati

 Avvicinava alle prostitute puntava loro un coltello alla pancia o alla gola e le rapinava dei soldi.

Un camionista bosniaco, difeso dall'avvocato Francesco Luciani, è finito sotto processo con l'accusa di rapina aggravata nei confronti di tre giovani donne che si prostituivano in strada a Perugia.

L'uomo era stato arrestato nel gennaio del 2017 dopo un'indagine lampo delle forze dell'ordine ed era stato in carcere 20 giorni.

La prima ragazza era stata rapinata il 9 dicembre del 2016. L'uomo la aveva avvicinata, mentre era in compagnia di un cliente, le aveva strisciato un coltello sull'addome e si era fatto consegnare 80 euro.

La seconda prostitute era stata rapinata di 200 euro la sera del 13 dicembre, sempre con la minaccia di un coltello.

Terza rapina sempre il 13 dicembre, poco dopo la seconda, con la ragazza afferrata per il collo e con il coltello puntato alla pancia. Il bottino era stato di 50 euro.

Per tutte e tre le rapine all'uomo è contestata l'aggravante della minorati difesa per la tarda ora e il luogo appartato in cui avvennero i fatti.

L'udienza di oggi era fissata per la discussione, ma è stata rinviata al 22 gennaio del 2022.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camionista di giorno e rapinatore di notte di prostitute a Perugia. L'accusa: le minacciava con un coltello

PerugiaToday è in caricamento