menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Giornata Mondiale dei Poveri, la Chiesa perugina lancia un appello ai cittadini: "Sostenete la raccolta fondi e cibo: 1200 persone da assistere"

Il cardinale Bassetti celebrerà la Giornata in una parrocchia di periferia: «non fare solo qualcosa di più, ma permettere che il contatto con i poveri ci converta a stili di vita diversi, più genuinamente evangelici»

La Caritas diocesana di Perugia-Città della Pieve, preparandosi alla prima Giornata Mondiale dei Poveri - domenica 19 novembre - indetta da papa Francesco al termine del Giubileo Straordinario della Misericordia, ricorda il tema di questa Giornata: “Non amiamo a parole ma con i fatti”, invitando i cristiani e tutti gli uomini di buona volontà a riflettere e a far loro l’appello del Papa, perché i poveri sono persone da incontrare, accogliere, amare. La povertà non è un’entità astratta, ma «ha il volto di donne, di uomini e di bambini sfruttati per vili interessi, calpestati dalle logiche perverse del potere e del denaro». Davanti a questi scenari papa Francesco chiede di non restare inerti e rassegnati, ma di «rispondere con una nuova visione della vita e della società».
 
Superare una carità episodica e non coinvolgente.
Il cardinale arcivescovo Gualtiero Bassetti, in occasione di questa Giornata, ha inviato una lettera al clero e agli operatori pastorali diocesani, presentando il tema della stessa Giornata, attraverso il quale «il Santo Padre ci propone di superare una carità episodica e non coinvolgente, in favore di un impegno fattivo e costante a fianco dei poveri – scrive il presule –. Essi, infatti, non vanno visti solo come destinatari di beni e servizi che li soccorrano nei loro bisogni, ma come fratelli cui farsi vicini». Obiettivo della Giornata, evidenzia il cardinale, «non è solamente fare qualcosa di più, ma permettere che il contatto con i poveri ci converta a stili di vita diversi, più genuinamente evangelici e più sbilanciati nella ricerca del Regno. Occorre reagire “alla cultura dello spreco e dello scarto, facendo propria la cultura dell’incontro”».
 
Le iniziative diocesane e parrocchiali di domenica 19 novembre.
Nell’Archidiocesi di Perugia-Città della Pieve, dove si sono tenute in ottobre delle riuscite iniziative di sensibilizzazione-richiamo al tema della Giornata Mondiale dei Poveri, sono diversi gli incontri organizzati per il 19 novembre a testimonianza di quell’“amare con i fatti” i fratelli in difficoltà perché disagiati, emarginati, malati, anziani, disoccupati, immigrati… In diverse strutture socio-caritative e comunità parrocchiali, anche di periferia, si terranno momenti conviviali preceduti da riflessioni e preghiere.

L’iniziativa di carattere diocesano, che vedrà la partecipazione del cardinale Bassetti, si terrà domenica 19, a partire dalle ore 18, a San Biagio della Valle di Marsciano, dove ci sarà l’inaugurazione del Centro sociale per anziani ristrutturato dalla Caritas di Unità pastorale unitamente al nuovo Centro di Ascolto. Insieme alla Giornata dei Poveri sarà celebrata quella del Ringraziamento per i frutti della terra. Segno dei temi trattati sarà una cena parca per e con anziani e famiglie in difficoltà dell’Unità pastorale. Sempre da San Biagio della Valle il cardinale Bassetti inviterà la comunità diocesana a sostenere la raccolta fondi a favore delle iniziative socio-caritative della Caritas, dalla gestione delle opere segno-strutture di accoglienza, dove trovano ospitalità oltre 200 persone all’anno, a quella dei quattro empori della solidarietà dislocati sul territorio, frequentati settimanalmente da circa 1.200 famiglie bisognose. «La Caritas – ricorda il presule – è da sempre in prima linea nel servire i poveri valorizzandone la dignità e coinvolgendosi con amore nei loro percorsi di vita».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento