Si sveglia improvvisamente nel cuore della notte e salva la vita alla sua famiglia

Fortunatamente le condizioni della famiglia, composta da cinque persone, non sembrerebbero essere gravi

Se non si fosse svegliato nel cuore della notte e non si fosse reso conto che qualcosa non andava, sarebbe potuta anche finire in tragedia per una famiglia residente ad Assisi e ricoverata adesso in ospedale per i dovuti accertamenti. L'uomo, sentendo infatti uno strano odore, ha deciso di controllare meglio, rendendosi conto che qualcosa non andava, ha chiamato immediatamente i vigili del fuoco che sono subito intervenuti sul posto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A rimanere intossicata da monossido di carbonio l'intera famiglia. Causa dell'intossicazione, invece, un braciere lasciato acceso. L'intervento del 115 si è reso necessario intorno all'una e trenta di notte. Fortunatamente le condizioni della famiglia, composta da cinque persone, non sembrerebbero essere gravi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria Jazz, colpo di scena: l'annuncio ufficiale, progetto per quattro concerti ad agosto

  • Covid-19, quattro positivi asintomatici da Brunello Cucinelli: "L'isolamento ha evitato la trasmissione del virus"

  • Coronavirus, bollettino regionale del 31 maggio 2020: zero contagi, 17 le persone ricoverate

  • Offerte di Lavoro per Perugia e provincia: addetti al supermercato, farmacisti, operai, autisti e baby-sitter

  • Coronavirus e Fase 2, nuova ordinanza della presidente della Regione Umbria: le attività che riaprono dal 3 giugno

  • Test sieroprevalenza: battere il Coronavirus, ma la metà degli umbri chiamati non risponde all'appello della Croce rossa

Torna su
PerugiaToday è in caricamento