rotate-mobile
Utenze

Nuovo digitale terrestre, ecco cosa fare per continuare a vedere i propri canali preferiti

Dal 20 Ottobre lo "switch" dei primi canali alle nuove frequenze DBV-T2, ecco in che modo si potrà continuare a vedere la televisione attraverso il proprio apparecchio

A partire dal 1 Gennaio 2023 cambieranno gli standard delle frequenze di trasmissione per i dispositivi televisivi digitali, la DBV-T2. La nuova tecnologia entrerà in vigore dal 20 Ottobre, questo significa che entro il 31 Dicembre 2022 sarà necessario dotarsi di nuovi apparecchi tv o di decoder per continuare a guardare i propri programmi preferiti, perché non tutte le televisioni sono abilitate al nuovo standard.

Scopri come ottenre il bonus TV per acquistare un nuovo televisore

Quando cambieranno le frequenze

L’introduzione dello standard DVBT-2 scatta dal 1 gennaio 2023, ma dal 15 ottobre 2021 alcuni programmi verranno trasmessi solo con codifica Dvbt/Mpeg4, le tempistiche cambiano in base alle zone.

  • Dal 15 novembre al 18 dicembre 2021 le regioni in area 1A (Sardegna).
  • Dal 3 gennaio al 15 marzo 2022, le regioni in:
  • area 2: Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia tranne la provincia di Mantova, provincia di Piacenza, provincia di Trento, provincia di Bolzano
  • area 3: Veneto, provincia di Mantova, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna tranne la provincia di Piacenza
  • Dal 1 marzo al 15 maggio 2022 le regioni in area 4 (Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata; Abruzzo, Molise, Marche)
  • Dal 1 maggio al 30 giugno 2022 le regioni in area 1B (Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Campania)

Come scoprire se il televisore è compatibile

Per accertarsi che il televisore sia compatibile con il digitale terrestre, basta sintonizzarsi sul canale test 200 (per le reti Mediaset) o sul canale test 100 (per la Rai). Se si visualizza una schermata con scritta "Test HEVC Main10", allora il televisore è compatibile.

Se invece, su questi canali test non si visualizza niente o non sono sintonizzati, vuol dire che il televisore probabilmente non è abilitato al nuovo standard. In questo caso basterà acquistare un decoder capace di leggere le nuove frequenze.

Scopri quali sono i migliori decoder in commercio

Prima di rottamare il vecchio televisore o acquistare un decoder, però, è bene fare alcune verifiche. Ad esempio:

  • I canali 200 e 100 non si sintonizzano: può dipendere da molti fattori, come il fatto che non vengono ricevuti i canali di test o che il televisore potrebbe non essere abilitato 
  • I canali 200 e 100 vengono ricevuti ma sono occupati: nel caso in cui si vede un’altra emittente si può spostarla su un numero diverso ed eseguire nuovamente la sintonizzazione
  • I canali 200 e 100 vengono ricevuti ma lo schermo rimane nero: In questo caso il televisore non supporta il nuovo digitale. Prima di eliminate l’apparecchio si può attendere perché non è sicuro che il formato a 10 bit (da qui la scritta "main10") sarà sempre utilizzato dopo il luglio 2022. L’HEVC può codificare l’immagine in vari modi, ad esempio se si decide di adottare il formato a 8 bit, molti dei televisori comperati fra il 2016 e il 2018, potrebbero ricevere il segnale anche se ora non lo fanno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo digitale terrestre, ecco cosa fare per continuare a vedere i propri canali preferiti

PerugiaToday è in caricamento