Arredare casa in maniera ecologica? Si può, ecco come

Alcuni accorgimenti e una serie di indicazioni per vivere in maniera ecologica la casa, senza rinunciare al design

Chi lo dice che il benessere personale e l’attenzione all’ambiente non si possano cercare in tutti gli aspetti della nostra vita? Perchè no, dunque, anche nell’arredamento delle nostre abitazioni. Ecco perché è in voga lo stile eco-friendly anche nel mondo del design di arredamento. Ormai è diventata una sfida tra i designer più in voga quella di puntare su modelli e idee che concilino innovazione ed ecosostenibilità.

Per realizzare un ambiente eco-friendly anche a casa nostra ecco alcune idee e consigli che ci permetteranno di vivere in un luogo quanto più sano privo di sostanze tossiche e attento al risparmio energetico.

Arredamento green

Il primo passo è quello di scegliere arredi realizzati con materiali ecologici. Il legno è il prodotto naturale per eccellenza. Prima di sceglierlo è bene accertarsi che abbia la certificazione FSC (Forest Stewardship Council), fondamentale per avere la certezza che il legname proviene da foreste gestite responsabilmente.

Se non amiamo particolarmente il legno, possiamo optare per altre soluzioni, come la pietra o scarti di marmo. Totalmente atossici creano un ambiente sano e sono perfetti per chi ama lo stile urban.

Oltre a queste soluzioni più note possiamo scegliere materiali alternativi come cartone, paglia, sughero e bambù, ma meno resistenti rispetto al legno e alla pietra.

Nel caso in cui scegliamo prodotti riciclati dobbiamo sempre verificare che siano certificati, così da essere sicuri che al loro interno ci siano livelli bassi di benzene, nocivi per pelle e vie respiratorie.

Elettrodomestici e illuminazione efficiente

Rinunciare agli elettrodomestici è difficile, questo non vuol dire che usandoli non possiamo avere una casa eco-friendly. Frigo, microonde, aspirapolvere, lavatrice e televisore devono essere tutti a basso consumo.

Per essere certi di scegliere elettrodomestici ecosostenibili dobbiamo fare attenzione alla loro classificazione. Dalla A alla G, con l’aggiunta nel 2010 delle classi A+, A++ e A+++, ci indicano il loro livello di consumo. Quelle più ecologiche hanno costi più elevati, ma consumando meno e ci permettono di avere un netto risparmio in bolletta.

Agli elettrodomestici a basso consumo, si deve associare un utilizzo consapevole degli stessi. E’ bene azionare lavatrici o lavastoviglie a carico pieno ed evitare di lasciare gli elettrodomestici in stand-by perché comunque consumano.

Un elemento che aiuta a creare una casa ecosostenibile è l’illuminazione. Le lampadine a risparmio energetico sono un’ottima soluzione, abbinati a lampadari realizzati in materiali naturali creano una stanza ben illuminata, ma che rispetta in pieno l’ambiente.

Carta da parati e pitture ecologiche

Negli ultimi anni la carta da parati è diventata un elemento di tendenza in grado di dare un tocco in più agli arredi. Se ami questo rivestimento non puoi far altro che scegliere quella ecologica. Realizzata con componenti naturali e fibre vegetali, non contiene sostanze tossiche ed inoltre è biodegradabile.

Se alla carta da parati preferiamo la pittura, allora è meglio scegliere quella con soluzioni a base d’acqua che non solo è priva di odore, ma è anche meno infiammabile. Le vernici atossiche sono la scelta ideale soprattutto se in casa ci sono bambini, perché prive di sostanze volatili, non corriamo il rischio di respirarle.

Piante

Avere piante in casa può essere un’ottima soluzione d’arredo. La realizzazione di giardini verticali oltre ad essere un elemento di design purifica l’aria e riduce l’umidità.

Altri piccoli accorgimenti

Se avete messo in pratica tutti questi consigli, ma volete ancora qualche altro accorgimento, potete dedicare la vostra attenzione al bagno. Il soffione doccia regolabile e il doppio scarico contribuiscono a risparmiare, ridurre gli sprechi e avere una casa ecosostenibile.

Infine ci sono le tende che aiutano a regolare in modo naturale la temperatura della casa. Quelle doppie limitano il passaggio del caldo nella stagione estiva, garantendo un clima fresco che non ci farà accendere il condizionatore ad ogni ora del giorno.

Se dopo aver letto questa guida volete confrontarvi con qualcosa di concreto a Perugia, ecco una serie di negozi di arredamento di design dove potete cercare spunti preziosi:

Koti Design House

 Corso Cavour, 110, 06121 Perugia PG tel 075 572 3055

Tangram Interior Design

Via Benedetto Bonfigli, 12, 06126 Perugia PG tel 075 573 4316 web: www.tangramdesign.it/

Barlozzini Interiors

Via Francesco Briganti, 99, 06127 Perugia PG tel 075 505 6256 web: barlozzini.com/

Giulio Loreti Arredamenti

 Via M. Angeloni, 65, 06124 Perugia PG tel 075 500 8984 web: www.loretiarredamenti.it/

Arredamenti Belli S.A.S.

Via Tagliamento Pretola, 101, 06100 Perugia PG tel 075 692 0190 web: www.arredamentibelli.it/

Comei Luce Srl

Via C. Piccolpasso, 48, 06128 Perugia PG tel 075 500 5004 web: www.illumecomei.it/

Consigli su come arredare casa

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pulizia dei termosifoni, come e quando farla

  • Specchi, complementi d'arredo sorprendenti (se collocati bene)

  • Acquario in casa, un piccolo gioiello della natura dentro casa

  • Scambio casa: un modo economico e affascinante per girare il mondo

  • Bonus Casa da Ristrutturare: il 90% di detrazioni a partire dal 2020, ecco come ottenerle

Torna su
PerugiaToday è in caricamento