rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Inviato Cittadino

Inviato Cittadino

A cura di Sandro Allegrini

Scrittore, giornalista, curatore di mostre e direttore di collane, esperto di teatro e di cinema, cultore di lingua e storia locale. Sandro Allegrini ha pubblicato studi di arte e letteratura sulla produzione di autori locali e nazionali. Dirige collane di biografie (“Umbri”), poesia, narrativa, critica e saggistica (“Lanterne”). È autore di oltre 80 volumi di storia locale e lingua perugina, editor di testi di prosa e poesia, artefice di documentari sui rioni cittadini. Membro della Deputazione di Storia Patria per l’Umbria, Accademico d’onore dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia, iscritto all’Ordine nazionale dei Giornalisti, è fondatore e coordinatore dell’Accademia del Dónca. Vincitore di premi nazionali per libri di carattere storico e biografico. Impossibile elencare tutte le sue opere. I volumi editi nel 2023 sono “Peppino Consalvi. Una vita a tutto gas” e “Mia zia Maria Callas dietro le quinte” (Morlacchi Editore).

Inviato Cittadino

PERUGINERIE Parla Ivo Bisello, fondatore della storica tappezzeria all’Elce

Quando da Corciano venivo in bici alla Conca a imparare il mestiere

La sua mission artistico-artigianale seguita dal nipote Mattia Rossi, che ne ha raccolto gli insegnamenti e i appresi i segreti del  mestiere.

Anche il Comune ha riconosciuto la severa militanza di Ivo, al servizio dell’arredare, riparare, rigenerare. Decorando la sua azienda familiare con una pergamena che ne onora l’attaccamento al lavoro e la professionalità.

“Una volta – dice Ivo – si facevano anche i materassi di lana o di crine. Anche oggi c’è qualche cliente che lo chiede. Malgrado la tendenza imperante delle offerte televisive che propongono materiali innovativi e performanti. La lana è sempre la lana”.

Caro Ivo, come hai cominciato?

“Ho imparato il mestiere dal tappezziere Ciurnella, alla Conca. Venivo da Corciano in bicicletta e mi sentivo fortunato. Col bello e col cattivo tempo” [detto tra noi, alla sua bella età, Ivo pratica ancora, sebbene in misura ridotta, il ciclismo amatoriale].

Arrivavi al lavoro già stanco? “Macché. Ce la facevo senza sforzo. Pensa che le strade erano in gran parte bianche. Giunto a Fontivegge per la vecchia provinciale, facevo via Mario Angeloni e arrivavo alla Polizia Stradale dove cominciava la strada non asfaltata. Spuntavo fino alla Porta della Palombella e poi su per Santa Elisabetta, fino alla bottega del Maestro”.

Quando ti sei messo in proprio?

“Intorno ai primi anni Sessanta. Aprii una botteguccia in via Annibale Vecchi in un condominio dove la rumorosità del mio lavoro disturbava i residenti e in specie gli studenti che si dovevano concentrare. Ho cambiato varie sedi, sempre all’Elce, fino ad accomodarmi in via Vecchi col negozio e in via Maria Bonaparte Valentini col laboratorio”.

Ti affianca, da molti anni, tua figlia Fabiana, vero?

“Fabiana è molto brava: ha appreso il mestiere da ragazzina. Ma non è operativa in laboratorio. Sta in negozio, riceve i clienti coi quali sa trattare. Vende accessori per arredamento e prende le ordinazioni per tendaggi, divani e poltrone da sistemare e quanto richiesto dal cliente”.

Da qualche anno hai un allievo, per così dire, un po’ speciale, vero?

“Ti riferisci a mio nipote Mattia (Rossi). Che tu conosci da ragazzino per essere stato suo professore. Aggiungo che ti ricorda con piacere ed è contento tutte le volte che ci vieni a trovare”.

È un buon apprendista?

“I lavori da imparare sono tanti e diversissimi. Ma devo riconoscere che è attento, preciso e impara alla svelta. Obbedisce e segue le indicazioni. Personalmente ancora sono attivo, ma credo che lascerò il laboratorio in buone mani”.

Mattia è ormai un uomo. Ma lo conosco da bambino, dai tempi della Leonardo. L’ho rivisto e ho avuto modo di far buon uso dei suoi servizi. Aggiungo che è dotato di uno spiccato spirito creativo e che realizza manufatti artistici di grande originalità. E che sente vivo l’impegno di portare avanti una tradizione di famiglia.

Foto - Maestro e allievo nella bottega di tappezziere

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

PERUGINERIE Parla Ivo Bisello, fondatore della storica tappezzeria all’Elce

PerugiaToday è in caricamento