rotate-mobile
Inviato Cittadino

Inviato Cittadino

A cura di Sandro Allegrini

Scrittore, giornalista, curatore di mostre e direttore di collane, esperto di teatro e di cinema, cultore di lingua e storia locale. Sandro Allegrini ha pubblicato studi di arte e letteratura sulla produzione di autori locali e nazionali. Dirige collane di biografie (“Umbri”), poesia, narrativa, critica e saggistica (“Lanterne”). È autore di oltre 80 volumi di storia locale e lingua perugina, editor di testi di prosa e poesia, artefice di documentari sui rioni cittadini. Membro della Deputazione di Storia Patria per l’Umbria, Accademico d’onore dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia, iscritto all’Ordine nazionale dei Giornalisti, è fondatore e coordinatore dell’Accademia del Dónca. Vincitore di premi nazionali per libri di carattere storico e biografico. Impossibile elencare tutte le sue opere. I volumi editi nel 2023 sono “Peppino Consalvi. Una vita a tutto gas” e “Mia zia Maria Callas dietro le quinte” (Morlacchi Editore).

Inviato Cittadino

INVIATO CITTADINO Via Fabretti. C’era una volta il fotografo Battaglia. C’è oggi Sara Lanzi con Ultra_S

Inaugurazione tutta perugina nel solco della tradizione

Chi arnòva per Santa Maria / se salva da la malatìa. Per significare che, in occasione della Festa dell’Immacolata (come per la Pasqua) – se si vuole evitare malanni –  è necessario indossare un capo nuovo. Fosse anche un fazzoletto.

Ma da Sara Lanzi, al civico 12 di via Fabretti, altro che fazzoletto! Nella pre-inaugurazione del suo Ultra_S di ieri pomeriggio c’era un manipolo di amici, convenuti per far festa e, magari, per vedere o avere la prelazione di acquistare un capo d’abbigliamento di grande appeal.

Da stamane, poi, sarà open day. Considerando che l’idea della titolare è quella di aprire l’atelier-show room solo il venerdì e il sabato. Gli altri giorni è impegnata nel suo lavoro di designer e nella realizzazione di capi, col suo piccolo, ma compatto gruppo di collaboratrici.

Una compagine tutta declinata al femminile. Oltre a Sara, ci sono solo cinque dipendenti, tutte ragazze  attive e motivatissime. Le abbiamo viste ieri appendere, sistemare, spostare gli eleganti indumenti usciti dalla loro factory. Dove si parte dal progetto, si scelgono i materiali e si arriva al capo finito. Senza la smania di guadagno, legata alla realizzazione prodotti seriali.

In mostra anche scarpe. Non le produce Sara, ma le disegna e le realizza in collaborazione con ditte artigianali. Come ha pure fatto coi costumi da bagno.

Spezzina di origine, perugina fin dai primi mesi di vita, Sara ha vissuto a Napoli (per ragioni sentimentali, precisa) e a Berlino. Acquisendo quell’apertura mentale che nasce dal confronto umano e antropologico con culture e gusti diversi. È aperta all’innovazione perché, sostiene, il cervello è come il paracadute: funziona solo se ‘aperto’.

Laureata in conservazione dei beni culturali, ha sempre coltivato il gusto per il bello. Ha voluto concludere gli studi, ma non ha speso il pezzo di carta per l’insegnamento o per la promozione del settore turistico-culturale. Ha scelto di operare nel campo della creatività. Si è inventata autonomamente il brand costituito dal suo nome, in parte cancellato. Non mette il logo in evidenza, ma occorre cercarlo in un nastrino, su un’etichetta sul collo, in una finitura.

Giovane ma con significative esperienze. Ha cominciato collaborando con un’azienda di settore. Poi, venti anni fa, ha deciso di mettersi in proprio. Conseguendo riscontri positivi. Ma restando legata a una dimensione discreta, senza smanie di allargamento. Perché, dice, il bello consiste nel gioia di realizzare il bello.

Foto - Ultra_S, il nuovo show room di via Fabretti

(Foto esclusive Sandro Allegrini)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Via Fabretti. C’era una volta il fotografo Battaglia. C’è oggi Sara Lanzi con Ultra_S

PerugiaToday è in caricamento