rotate-mobile
Inviato Cittadino

Inviato Cittadino

A cura di Sandro Allegrini

Scrittore, giornalista, curatore di mostre e direttore di collane, esperto di teatro e di cinema, cultore di lingua e storia locale. Sandro Allegrini ha pubblicato studi di arte e letteratura sulla produzione di autori locali e nazionali. Dirige collane di biografie (“Umbri”), poesia, narrativa, critica e saggistica (“Lanterne”). È autore di oltre 80 volumi di storia locale e lingua perugina, editor di testi di prosa e poesia, artefice di documentari sui rioni cittadini. Membro della Deputazione di Storia Patria per l’Umbria, Accademico d’onore dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia, iscritto all’Ordine nazionale dei Giornalisti, è fondatore e coordinatore dell’Accademia del Dónca. Vincitore di premi nazionali per libri di carattere storico e biografico. Impossibile elencare tutte le sue opere. I volumi editi nel 2023 sono “Peppino Consalvi. Una vita a tutto gas” e “Mia zia Maria Callas dietro le quinte” (Morlacchi Editore).

Inviato Cittadino

INVIATO CITTADINO Stasera, alle 20:15 su Rai 3, la compagine corale perugina Libercantus

Ospiti di “Via dei Matti numero zero”. Grande attesa in città

Saranno presenti nel programma di Valentina Cenni e Stefano Bollani, musicista assai vicino alla Vetusta. Oltre che frequentatore delle sue Kermesse musicali. A Umbria Jazz la coppia, anche nell’edizione del 50.mo.

Bollani ha funto da testimonial anche nel documentario Rai che celebra il mezzo secolo della creatura di Carlo Pagnotta.

INVIATO CITTADINO "Time after time". Raccontando Umbria Jazz, splendido cinquantenne 

Una presenza, quella di stasera, che costituisce un onore e un solido apprezzamento per il gruppo fondato da musicisti fortemente interessati alla polifonia.

Si deve al M° Vladimiro Vagnetti l’impegno di affrontare un complesso percorso di studio che gli ha fatto attraversare segmenti significativi della musica antica e della polifonia moderna e contemporanea. Interessandosi di materiali di àmbito sacro e profano. E trascinando con sé un qualificato gruppo di appassionati. 

L’origine del colto complesso, che annovera solisti di rango, è legato al progetto di scoperta e valorizzazione  di antiche polifonie sacre del XIV secolo, conservate nel manoscritto MS431 presso la Biblioteca Augusta di Perugia.

Da lì è stato un susseguirsi di successi, conseguiti in sede locale e nazionale.

La fama  che li precede è giunta, quindi, a Cenni-Bollani, coppia che ospita musicisti di ogni orientamento e tendenza. Comprendendo anche la musica colta. In questo caso, il nostro Libercantus, fiore all’occhiello della Vetusta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Stasera, alle 20:15 su Rai 3, la compagine corale perugina Libercantus

PerugiaToday è in caricamento