rotate-mobile
Inviato Cittadino

Inviato Cittadino

A cura di Sandro Allegrini

Scrittore, giornalista, curatore di mostre e direttore di collane, esperto di teatro e di cinema, cultore di lingua e storia locale. Sandro Allegrini ha pubblicato studi di arte e letteratura sulla produzione di autori locali e nazionali. Dirige collane di biografie (“Umbri”), poesia, narrativa, critica e saggistica (“Lanterne”). È autore di oltre 80 volumi di storia locale e lingua perugina, editor di testi di prosa e poesia, artefice di documentari sui rioni cittadini. Membro della Deputazione di Storia Patria per l’Umbria, Accademico d’onore dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia, iscritto all’Ordine nazionale dei Giornalisti, è fondatore e coordinatore dell’Accademia del Dónca. Vincitore di premi nazionali per libri di carattere storico e biografico. Impossibile elencare tutte le sue opere. I volumi editi nel 2023 sono “Peppino Consalvi. Una vita a tutto gas” e “Mia zia Maria Callas dietro le quinte” (Morlacchi Editore).

Inviato Cittadino

INVIATO CITTADINO Stagione artistica del Teatro Cucinelli a Solomeo: esclusiva ed inclusiva

La programmazione 2023-24 presentata alla Biblioteca dell’Accademia solomeense da Nino Marino e Federica Cucinelli

Una stagione preziosa che ha il crisma dell’internazionalità.

Foto - La Stagione artistica 2023-24 del Teatro Cucinelli a Solomeo

(foto Sandro Allegrini)

Esclusiva per la qualità e l’unicità delle proposte.

Inclusiva perché aperta alla comunità e democratica nelle relazioni, oltre che nel costo dei biglietti.

Concreta… utopia. Si realizza, nel borgo di Solomeo, la più realistica delle utopie. Quella di instaurare una interlocuzione tra la gente “comune” e gli artisti. Che non sono affatto inarrivabili.

Quel vinsantino dialogante. “Il momento del dopo-spettacolo – sottolinea Federica – costituisce un incontro tra la gente e gli artisti. Che scopriamo ‘persone’, straordinariamente aperte e desiderose di confronto. Non solo sui temi dello spettacolo, ma anche sulle questioni della vita di tutti i giorni”.

Un modo di guardare e guardarsi. Il teatro come stimolo alla riflessione, come opportunità straordinaria di considerazione sul nostro modo di stare al mondo.

Solomeo: dove sta? Racconta Federica: “Sono nata a Solomeo. Quando andavo a scuola a Perugia e dicevo da dove venivo, scoprivo facce perplesse. Oggi – aggiunge – la visibilità della nostra comunità è per me frutto di soddisfazione”.

Poi sta a Nino Marino declinare presenze. Cogliendo fior da fiore: il Romeo e Giulietta scespiriano  per la regia di Proietti, un omaggio a un grande. Impossible di Erri De Luca con Fanny Ardant: un altro gradito ritorno. Un Massimiliano Gallo di Stasera, punto e a capo. E un altro ritorno, sebbene in veste diversa, quello della Giornata particolare  di Scola per Laetitia Casta che fu a Solomeo, appena quindicenne, come indossatrice di Brunello. Così come è memoria preziosa e rara  l’omaggio a Peter Brook. Ma c'è anche materia per bambini con La Bella Addormentata nel bosco di Colla & Figli.

E poi la danza con l'omaggio a Isadora Duncan del 19 novembre.

Tante, e di rilievo, le proposte sulle quali torneremo con appositi servizi per la rubrica VISTI PER VOI.

Certo è che non si può definire “ordinaria” una stagione di tal fatta!

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Stagione artistica del Teatro Cucinelli a Solomeo: esclusiva ed inclusiva

PerugiaToday è in caricamento