rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Inviato Cittadino

Inviato Cittadino

A cura di Sandro Allegrini

Scrittore, giornalista, curatore di mostre e direttore di collane, esperto di teatro e di cinema, cultore di lingua e storia locale. Sandro Allegrini ha pubblicato studi di arte e letteratura sulla produzione di autori locali e nazionali. Dirige collane di biografie (“Umbri”), poesia, narrativa, critica e saggistica (“Lanterne”). È autore di oltre 80 volumi di storia locale e lingua perugina, editor di testi di prosa e poesia, artefice di documentari sui rioni cittadini. Membro della Deputazione di Storia Patria per l’Umbria, Accademico d’onore dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia, iscritto all’Ordine nazionale dei Giornalisti, è fondatore e coordinatore dell’Accademia del Dónca. Vincitore di premi nazionali per libri di carattere storico e biografico. Impossibile elencare tutte le sue opere. I volumi editi nel 2023 sono “Peppino Consalvi. Una vita a tutto gas” e “Mia zia Maria Callas dietro le quinte” (Morlacchi Editore).

Inviato Cittadino

INVIATO CITTADINO Scala mobile del Pellini. Tu mi rubi le foto e io ce le rimetto

Più belle di prima. Orgoglio fotografico di Armando Flores Rodas

Sono così belle che le ruberei. È accaduto che dall’esposizione permanente sulla scala mobile del Pellini venissero rubati alcuni scatti del fotografo  Flores Rodas.

O che qualche foto venisse danneggiata.

Si tratta di una Galleria permanente che effigia genius loci e humanitas. Soffermandosi in specie su personaggi appartenenti al mondo artistico, artigianal-commerciale di via dei Priori e dintorni.

Fu una iniziativa dell’Associazione di quartiere Via dei Priori che intese fornire uno spaccato delle figure e delle numerose attività che si dipanano lungo l’antica strada regale che dall’acropoli conduce a Porta Santa Susanna.

Una narrazione artistico-documentaria – quella di Rodas –  che dà conto di una apprezzabile vivacità, frutto anche del lavoro costante dell’Associazione di Maria Antonietta Taticchi. Una figura di artista, depositaria di saperi che attengono al mondo della ceramica di alto artigianato.

Dice Armando: “Mettere nuove foto è stato anche utile ai fini di un aggiornamento di persone e attività”.

Spiega: “Alcuni hanno cessato per raggiuti limiti di età. Altri nuovi operatori sono entrati. Da qui l’esigenza di rimettere ordine”.

Per la serie Non tutto il male viene per nuocere.

D’altronde, Flores Rodas è fotografo di rango che annovera nel suo medagliere numerosi premi e riconoscimenti.

Ricordo, peraltro, che è stato uno dei primi a valersi della tecnica del drone, ottenendo risultati di sicuro interesse.

Insomma: questo “dispetto” o “furto” che dir si voglia, non ha certamente nuociuto al suo prestigio. Anzi.

Speriamo che continuino ad andare a ruba senza essere… rubate.

INVIATO CITTADINO Quando le foto di Armando Flores Rodas vanno letteralmente… a ruba

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Scala mobile del Pellini. Tu mi rubi le foto e io ce le rimetto

PerugiaToday è in caricamento