rotate-mobile
Inviato Cittadino

Inviato Cittadino

A cura di Sandro Allegrini

Scrittore, giornalista, curatore di mostre e direttore di collane, esperto di teatro e di cinema, cultore di lingua e storia locale. Sandro Allegrini ha pubblicato studi di arte e letteratura sulla produzione di autori locali e nazionali. Dirige collane di biografie (“Umbri”), poesia, narrativa, critica e saggistica (“Lanterne”). È autore di oltre 80 volumi di storia locale e lingua perugina, editor di testi di prosa e poesia, artefice di documentari sui rioni cittadini. Membro della Deputazione di Storia Patria per l’Umbria, Accademico d’onore dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia, iscritto all’Ordine nazionale dei Giornalisti, è fondatore e coordinatore dell’Accademia del Dónca. Vincitore di premi nazionali per libri di carattere storico e biografico. Impossibile elencare tutte le sue opere. I volumi editi nel 2023 sono “Peppino Consalvi. Una vita a tutto gas” e “Mia zia Maria Callas dietro le quinte” (Morlacchi Editore).

Inviato Cittadino

INVIATO CITTADINO Quel segnale bugiardo e fuorviante all’imbocco di via delle Conce

E gli utenti, in crisi di identità, non sanno che pesci (e che direzione) prendere

Il segnale recita “strada chiusa” e porta il segnale di divieto di accesso. Tanto che, da ieri, molti automobilisti in discesa da via Alessi si sono trovati davanti questo inequivocabile messaggio.

Foto - Via delle Conce chiusa... un giorno prima dei lavori

(Foto Sandro Allegrini)

Al punto che, essendo in parte già entrati, hanno tentato la marcia indietro, particolarmente difficoltosa: infatti quel tratto di via, in curva, è stretta fra due muri che portano evidenti i segni di strisciate di sportelli e specchietti.

Alcuni, anziché tornare indietro (risalire a marcia indietro per via Alessi, senso unico in discesa, è mission impossible) imboccano a sinistra via Imbriani, stretta anch’essa e per di più, ieri come sempre, con auto in sosta dei residenti.

Il risultato consiste nel fatto disagevole che chi voleva raggiungere via XIV Settembre e la zona Galleria Kennedy, si ritrova in via Enrico dal Pozzo, fin verso il cimitero e villa Massari, dovendo risalire per Monteluce.

Un vero inghippo, fatto di direzioni sbagliate e devianti. Di imprecazioni e danni alla carrozzeria.

Ieri, inoltre, c’era anche una cerimonia alla chiesa di San Fiorenzo, affidata alla comunità rumena. Con gente fin sulla strada e macchine aggiuntive.

C’è stato anche chi ha rischiato e gli è andata bene. Dato che ha percorso via delle Conce fino in fondo, raggiungendo la rotatoria Miles Davis e da lì tutte le direzioni. Verificando che quel segnale, almeno fino a ieri, non aveva ragione di esistere.

Ma la sorpresa si trasforma in rabbia quando qualcuno, da vicino, nota un secondo cartello, vicino al segnale. È scritto con lettere piccole ma si legge la frase: “Attenzione. Domenica 22 ottobre, dalle 7 alle 12, il tratto di strada via delle Conce sarà chiusa al traffico per lavori”.

Il che significa: la necessità di bloccare il traffico veicolare si propone da stamane. E non da ieri.

Insomma. Il danno e la beffa. Si vieta di transitare dal giorno avanti in cui cominciano i lavori. Non era logico mettere quel cartello di divieto stamattina prima delle 7? Il buon senso direbbe di sì.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Quel segnale bugiardo e fuorviante all’imbocco di via delle Conce

PerugiaToday è in caricamento