rotate-mobile
Inviato Cittadino

Inviato Cittadino

A cura di Sandro Allegrini

Scrittore, giornalista, curatore di mostre e direttore di collane, esperto di teatro e di cinema, cultore di lingua e storia locale. Sandro Allegrini ha pubblicato studi di arte e letteratura sulla produzione di autori locali e nazionali. Dirige collane di biografie (“Umbri”), poesia, narrativa, critica e saggistica (“Lanterne”). È autore di oltre 80 volumi di storia locale e lingua perugina, editor di testi di prosa e poesia, artefice di documentari sui rioni cittadini. Membro della Deputazione di Storia Patria per l’Umbria, Accademico d’onore dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia, iscritto all’Ordine nazionale dei Giornalisti, è fondatore e coordinatore dell’Accademia del Dónca. Vincitore di premi nazionali per libri di carattere storico e biografico. Impossibile elencare tutte le sue opere. I volumi editi nel 2023 sono “Peppino Consalvi. Una vita a tutto gas” e “Mia zia Maria Callas dietro le quinte” (Morlacchi Editore).

Inviato Cittadino

INVIATO CITTADINO Presentato al cinema S. Angelo “Lontanìa”, un corto che parla di violenza ‘assistita’

La violenza in casa, “sussurrata” e raccontata superando la retorica e gli stereotipi correnti

Si apre con successo il primo giorno della Kermesse “Primo piano sull’autore - Pianeta donna” diretto da Franco Mariotti.

Presentato un film che propone una figura di bambina, Adele (Elisa Pierdominici) la quale deve mediare e depotenziare i maltrattamenti che il padre (Luca Lionello) compie sulla madre (Elisabetta Pellini).

La proiezione è stata introdotta dal critico e storico del cinema Fabio Melelli che ha intervistato il produttore esecutivo Daniele Corvi. Il quale dichiara: “Si parla molto di violenza di genere, ma un aspetto trascurato è quello delle ripercussioni psicologiche che subiscono i bambini. Molto probabilmente, un bambino che assiste a violenza la compirà da adulto e, d’altro canto, una bambina sarà predisposta a subirla e ad avere relazioni tossiche”.

Al Sant’Angelo abbiamo assistito alla prima uscita in Umbria.

Lontanìa, al Digital Media Fest di Roma, ha già riportato il premio per la 'miglior giovane attrice' alla protagonista Elisa Pierdominici. E ho la netta sensazione che le preferenze dei tredici membri della giuria potrebbero ragionevolmente esprimere apprezzamento per questo interessante prodotto cinematografico. Che, con ogni probabilità, potrà preludere alla realizzazione di un film vero e proprio. Data la versatilità di Andrea Simonella, già collaboratrice di  Pupi Avati e premiata per il corto Uruguay.

Una colonna sonora tutta perugina. Degna di interesse la colonna sonora della cantautrice Benedetta Capaccioni, in arte Mirice, col pezzo Madleine.

Si tratta di una studentessa di terza liceo del Mariotti. Era presente con la mamma Maria Cristina Morbello, il papà Simone Capaccioni e la sorella Francesca.

Benedetta è stata festeggiata dal pubblico che le ha riconosciuto doti vocali e creative di singolare caratura.

La giovane ha dichiarato: “Credo che il legame tra il cortometraggio e la canzone risieda principalmente in questo "sussurrare" una suggestione. Sussurrare la violenza è quasi un ossimoro e credo risieda in questo la vera magia dell’arte: proprio nel riuscire a raccontare la realtà aprendo prospettive e riflessioni sulla condizione umana”.

Dopo la maturità, l’attendiamo ad altri più importanti impegni alla quale si dichiara fin d’ora disponibile.

Foto - Presentato al cinema S. Angelo “Lontanìa”

(Foto esclusive Sandro Allegrini)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Presentato al cinema S. Angelo “Lontanìa”, un corto che parla di violenza ‘assistita’

PerugiaToday è in caricamento