rotate-mobile
Inviato Cittadino

Inviato Cittadino

A cura di Sandro Allegrini

Scrittore, giornalista, curatore di mostre e direttore di collane, esperto di teatro e di cinema, cultore di lingua e storia locale. Sandro Allegrini ha pubblicato studi di arte e letteratura sulla produzione di autori locali e nazionali. Dirige collane di biografie (“Umbri”), poesia, narrativa, critica e saggistica (“Lanterne”). È autore di oltre 80 volumi di storia locale e lingua perugina, editor di testi di prosa e poesia, artefice di documentari sui rioni cittadini. Membro della Deputazione di Storia Patria per l’Umbria, Accademico d’onore dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia, iscritto all’Ordine nazionale dei Giornalisti, è fondatore e coordinatore dell’Accademia del Dónca. Vincitore di premi nazionali per libri di carattere storico e biografico. Impossibile elencare tutte le sue opere. I volumi editi nel 2023 sono “Peppino Consalvi. Una vita a tutto gas” e “Mia zia Maria Callas dietro le quinte” (Morlacchi Editore).

Inviato Cittadino

INVIATO CITTADINO Ponte San Giovanni. Come ti insegno il disegno… e paga il Comune

Docente d’eccezione l’artista Paolo Ballerani

Alla nuova biblioteca ponteggiana un corso con carattere di eccezionalità.

Non solo matita o pennello. Qui si impara a disegnare con la tavoletta grafica.

Il corso prevede disegno dal vero: composizioni, animali, persone, nature morte.

Ma anche disegno di spazi interni ed esterni. E pure combinazioni di taglio scultoreo.

Un programma ambizioso e appetibile, ma non particolarmente difficile. Peraltro in linea con l’evoluzione tecnologica e i supporti informatici, ormai alla portata di tutti.

Perché la tavoletta è, non da oggi, un oggetto d’uso comune. Vi si può disegnare a mano libera, come su un foglio con la matita. E il bello è che le cancellature sono rapide, perfette. Così come i grafemi, le ombreggiature.

Tutto sta a impadronirsi di una certa manualità. Disponendo di un insegnante che abbia la pazienza, e la competenza, di farti vedere e capire come si fa.

Paolo Ballerani proviene da una lunga e prestigiosa storia di installatore. Ha realizzato prodotti in tutto il mondo, in Italia, in Europa, in Cina.

Ne conosciamo la valentia per averne visti e apprezzati i lavori in Galleria Nazionale, dove è stato il pupillo di tanti direttori. Buon ultimo, il mai troppo rimpianto Marco Pierini.

Così come al Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria, in Umbria Fiere, ovunque. A Paolo si deve anche la progettazione della cupola di copertura della Fontana Maggiore durante i lavori di restauro, assessore Giovanna Chiuini.

Al lavoro di sculptor optimus Paolo ha affiancato quello di grafico. Ultimamente si è dedicato anche alla pittura con pennelli e colori. Ma la sua specialità resta quella di essere un precursore, e un campione, nell’uso delle tecnologie a scopo artistico.

Ora lo vediamo in questa veste di formatore. E ne usciranno giovani ben impostati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Ponte San Giovanni. Come ti insegno il disegno… e paga il Comune

PerugiaToday è in caricamento