rotate-mobile
Inviato Cittadino

Inviato Cittadino

A cura di Sandro Allegrini

Scrittore, giornalista, curatore di mostre e direttore di collane, esperto di teatro e di cinema, cultore di lingua e storia locale. Sandro Allegrini ha pubblicato studi di arte e letteratura sulla produzione di autori locali e nazionali. Dirige collane di biografie (“Umbri”), poesia, narrativa, critica e saggistica (“Lanterne”). È autore di oltre 80 volumi di storia locale e lingua perugina, editor di testi di prosa e poesia, artefice di documentari sui rioni cittadini. Membro della Deputazione di Storia Patria per l’Umbria, Accademico d’onore dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia, iscritto all’Ordine nazionale dei Giornalisti, è fondatore e coordinatore dell’Accademia del Dónca. Vincitore di premi nazionali per libri di carattere storico e biografico. Impossibile elencare tutte le sue opere. I volumi editi nel 2023 sono “Peppino Consalvi. Una vita a tutto gas” e “Mia zia Maria Callas dietro le quinte” (Morlacchi Editore).

Inviato Cittadino

INVIATO CITTADINO Piovono multe in via Bontempi a carico dei residenti aventi titolo alla sosta

Manca quella benedetta riga indicante la “zona pilomat”. Di chi la colpa?

Arriva la protesta collettiva di residenti  che si ritengono ingiustamente multati. Si tratta di persone che risiedono in via Bontempi, via Raffaello, Via degli Azzi, Via della Pace, via Volte della Pace.

Costoro appartengono non solo al settore 3, ma, nello specifico, anche alla zona ZTL 2.

Ma il fatto è che sono sanzionabili in quanto nei loro permessi manca la dicitura “consentita sosta in area pilomat”.

Si chiedono legittimamente: chi avrebbe  dovuto inserire quel codicillo? “Chi lo ha rilasciato”, sostengono a una voce.

Peraltro, non si capisce perché qualcuno quella postilla ce l’abbia e altri, invece, no. In qualche caso hanno incontrato un operatore zelante. In qualche altro, invece, sono incappati in qualcuno che non ha vergato la dicitura giusta. Dipende forse dal periodo del rilascio? Dalla persona? Mistero. Anzi: buio pesto sulle motivazioni della discrepanza.

Insomma, dicono: peraltro il pilomat non c’è più da anni, ma ne restano quegli squallidi e inutili pali laterali. Che sarebbe ora di togliere. E si aspettano le telecamere inutilmente. Almeno per tutelarsi.

Dunque, si è in attesa delle telecamere i cui occhi elettronici (più affidabili di quelli umani?) possano distinguere, e sanzionare, quanti non hanno diritto ad entrare e sostare in via Bontempi. Per il momento, si fa di necessità virtù, correndo ai ripari e protestando vibratamente.

Lamentano: “Ma perché gli operatori della Municipale hanno erogato le sanzioni senza fare un controllo? Attraverso il database avrebbero potuto consultare l’elenco degli aventi diritto a sostare. Sanzionando solo i furbetti e non quanti erano in regola”. Osservazione ineccepibile.

La notizia è questa. I residenti fanno gruppo e conducono una specie di class action. Intanto, qualcuno scrive un volantino e lo affigge all’imbocco di via Bontempi. C’è scritto: “Si avvisano i residenti di via Bontempi che è necessario provvedere al cambio del permesso ZTL presso l’Ufficio di via Della Corgna, qualora non fosse riportata la nota: consentita sosta in area pilomat, onde evitare  contravvenzioni”.

L’immagine ci arriva da Gianluca Papalini, residente poco sopra, in via Mattioli. Ci dice: “Anch’io risiedo nel settore 3, ma non ho diritto ad accedere e sostare in via Bontempi. Dunque, se avessero multato me, avrebbero fatto benissimo”.

“Ma ritengo ingiusto sanzionare coloro che hanno diritto alla sosta in quanto residenti nelle aree comprese”, aggiunge.

E commenta: “L’omissione di quella dicitura non fa capo ai multati, ma a chi ha rilasciato il permesso senza quella magica riga in fondo”.

È possibile dargli torto?

Foto - Piovono multe in via Bontempi

(Foto Gianluca Papalini)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Piovono multe in via Bontempi a carico dei residenti aventi titolo alla sosta

PerugiaToday è in caricamento