rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Inviato Cittadino

Inviato Cittadino

A cura di Sandro Allegrini

Scrittore, giornalista, curatore di mostre e direttore di collane, esperto di teatro e di cinema, cultore di lingua e storia locale. Sandro Allegrini ha pubblicato studi di arte e letteratura sulla produzione di autori locali e nazionali. Dirige collane di biografie (“Umbri”), poesia, narrativa, critica e saggistica (“Lanterne”). È autore di oltre 80 volumi di storia locale e lingua perugina, editor di testi di prosa e poesia, artefice di documentari sui rioni cittadini. Membro della Deputazione di Storia Patria per l’Umbria, Accademico d’onore dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia, iscritto all’Ordine nazionale dei Giornalisti, è fondatore e coordinatore dell’Accademia del Dónca. Vincitore di premi nazionali per libri di carattere storico e biografico. Impossibile elencare tutte le sue opere. I volumi editi nel 2023 sono “Peppino Consalvi. Una vita a tutto gas” e “Mia zia Maria Callas dietro le quinte” (Morlacchi Editore).

Inviato Cittadino

INVIATO CITTADINO Perugia omaggia la Callas stipando l’auditorium di via Fratti

Santa Cecilia in festa per un evento multitasking

Maria Callas sotto i riflettori in un mix di concerto lirico, letteratura biografica, arte pittorica, conversazione cinefila.

Evento voluto dall’Agimus di Salvatore Silivestro, sezione di Perugia ‘Valentino Bucchi’. Che ha inteso reiterare, mutatis mutandis, la Kermesse già proposta a S. Antonio abate. In occasione del centenario dalla nascita della celebre cantante.

A sostenere la parte lirica, la strepitosa Chiara Mogini, formata al Conservatorio Morlacchi della città in cui è nata. Vincitrice assoluta del 69.mo concorso della Comunità Europea per cantanti lirici “A. Belli” di Spoleto. Perfezionata all’Accademia del Maggio Musicale fiorentino e alla Verdiana del Teatro Regio di Parma. Giovane, ma reduce da successi nazionali e internazionali (su e giù per lo Stivale e perfino a Mosca).

Buon ultimo, il trionfo nel Trovatore (Azucena) al Comunale di Bologna.

È venuta col pianista Nicola Dal Cero, veronese e musicista attivo anche al Conservatorio di Vicenza.

Hanno cominciato con Carmen, proponendo, fra l’altro, Del fiero duol, dalla Medea di Cherubini, e la strepitosa O mio babbino caro di Puccini. Con Vissi d’arte in bis.

Per la letteratura biografica, Leonardo Varasano ha dialogato con Sandro Allegrini e Angelo Meneghini, coautori del libro Mia zia Maria Callas. Dietro le quinte (Morlacchi editore) rilevando in specie passaggi relativi alla presenza della Callas a Perugia, nel 1949, con riferimento alle lettere scritte dalla città d’Euliste e alle vicende narrate da Angelo, nipote di Giovan Battista Meneghini, marito e manager della cantante.

Per il Cinema, Melelli. Lo storico della Decima Musa, Fabio Melelli (docente all’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” e all’Università per Stranieri di Perugia) si è soffermato sul film Medea  e sul rapporto della Callas con Pasolini. Rivelando aspetti inediti, emersi a seguito di interviste con membri della troupe.

Per le arti figurative, Chiacchella. Sono state proposte le tavole originali realizzate per il volume da parte del pittore Stefano Chiacchella.

Con tanto di “Velina”. Tavole di gusto modernissimo, mostrate al pubblico da parte di una “valletta” speciale: la dottoressa russa Stella Vesnina, a Perugia per corsi di specializzazione a Palazzo Gallenga. Due lauree e piena padronanza di ben sei lingue. E scusate se è poco per… fare la Velina.

Applausi a scena aperta da parte di un pubblico numeroso e partecipe.

Foto - Auditorium di Santa Cecilia in festa per un evento multitasking

(ph. Umberto Alunni Breccolenti)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Perugia omaggia la Callas stipando l’auditorium di via Fratti

PerugiaToday è in caricamento