Lunedì, 22 Luglio 2024
Inviato Cittadino

Inviato Cittadino

A cura di Sandro Allegrini

Scrittore, giornalista, curatore di mostre e direttore di collane, esperto di teatro e di cinema, cultore di lingua e storia locale. Sandro Allegrini ha pubblicato studi di arte e letteratura sulla produzione di autori locali e nazionali. Dirige collane di biografie (“Umbri”), poesia, narrativa, critica e saggistica (“Lanterne”). È autore di oltre 80 volumi di storia locale e lingua perugina, editor di testi di prosa e poesia, artefice di documentari sui rioni cittadini. Membro della Deputazione di Storia Patria per l’Umbria, Accademico d’onore dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia, iscritto all’Ordine nazionale dei Giornalisti, è fondatore e coordinatore dell’Accademia del Dónca. Vincitore di premi nazionali per libri di carattere storico e biografico. Impossibile elencare tutte le sue opere. I volumi editi nel 2023 sono “Peppino Consalvi. Una vita a tutto gas” e “Mia zia Maria Callas dietro le quinte” (Morlacchi Editore).

Inviato Cittadino

INVIATO CITTADINO Non esistono solo gatti famosi e cliccati nel web… Ecco, noi, per esempio

“Parlano” Melissa e Mimì, gatti della pittrice e scrittrice perugina Serena Cavallini

Oltre alle star di Instagram, ci sono anche i mici che conducono un’esistenza umbratile e discreta. Come quelli che convivono con una grande artista della penna e del pennello, del bulino e dell’incisione.

Allieva prediletta di Padre Diego Donati, scrittrice in prosa e in poesia, ritrattista di vaglia con la tecnica dell’olio e dell’acquerello (in cui eccelle, insieme a pochi altri artisti, come Luciana Bartella), Serena si è acquistata fama meritata per la sua straordinaria versatilità.

Oltre alla pubblicazione, come autrice, di volumi di poesia e di racconti, ha illustrato decine di libri, da quelli di Bruno Dozzini a quelli di Francesco Curto, fino a tante pubblicazioni dell’Accademia del Dónca (suoi gli interni e le copertine di tutta la serie dell’Officina del Dialetto e quelli di Perugia, di Aldo Capitini) e di tanti poeti locali e nazionali.

Una sua passione ben nota è quella dei felini. Ne ha avuti (non uso, di proposito, il verbo “possedere”) tanti. Ma è impossibile dimenticare la sua gatta Sara, esemplare felino di rara intelligenza cui, come si dice, “mancava la parola”. Ma anche questo non è vero perché Sara riusciva a comunicare egregiamente con gli umani, manifestando loro affetto o broncio, compiacimento e gelosie.

Oltre a quelli “di casa”, Serena si prende cura di una colonia di gatti i quali girellano nel suo giardino. All’ora giusta, i furbi e golosi felini si avvicinano, ben sapendo di trovare carezze e generi di conforto.

Serena, il cui cognome evoca una indiscutibile vocazione animalista, è fatta così. Si cura dei gatti propri e di quelli homeless. E ci manda le due foto in pagina, delle gatte Melissa e Mimì. Che sembrano dire: “Caro lettore, guarda che ci sono anch’io!”. Per la serie… saranno famose?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Non esistono solo gatti famosi e cliccati nel web… Ecco, noi, per esempio
PerugiaToday è in caricamento