rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Inviato Cittadino

Inviato Cittadino

A cura di Sandro Allegrini

Scrittore, giornalista, curatore di mostre e direttore di collane, esperto di teatro e di cinema, cultore di lingua e storia locale. Sandro Allegrini ha pubblicato studi di arte e letteratura sulla produzione di autori locali e nazionali. Dirige collane di biografie (“Umbri”), poesia, narrativa, critica e saggistica (“Lanterne”). È autore di oltre 80 volumi di storia locale e lingua perugina, editor di testi di prosa e poesia, artefice di documentari sui rioni cittadini. Membro della Deputazione di Storia Patria per l’Umbria, Accademico d’onore dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia, iscritto all’Ordine nazionale dei Giornalisti, è fondatore e coordinatore dell’Accademia del Dónca. Vincitore di premi nazionali per libri di carattere storico e biografico. Impossibile elencare tutte le sue opere. I volumi editi nel 2023 sono “Peppino Consalvi. Una vita a tutto gas” e “Mia zia Maria Callas dietro le quinte” (Morlacchi Editore).

Inviato Cittadino

INVIATO CITTADINO Messa in sicurezza la zona di viale San Domenico sul marciapiede

Protezione solida contro cadute accidentali dalla scarpata che affaccia sul Parco di Santa Margherita

Due modalità di salvaguardia. La prima, quella verso il primo tratto, ossia via Ripa di Meana, è stata realizzata con una ringhiera zincata. In continuità e armonia con quella esistente.

Per quanto attiene invece a viale San Domenico, dalla zona parcheggio ai piedi di via del Cortone, è stata adottata una diversa soluzione che protegge insieme vetture e pedoni.

È stato infatti montato un robusto guard rail del tipo H2, ossia dotato di un ulteriore prolungamento in altezza. La parte bassa a tutela delle auto. La parte alta è destinata a proteggere le persone che eventualmente dovessero sporgersi.

Le basi sono robustamente murate sul cemento che delimita e consolida il marciapiede.

Il materiale metallico è costituito dal celebrato corten di eccellente resistenza meccanica. Il nome deriva da COR, indicante la resistenza alla corrosione e TEN che sta per “tensione”.

La sua particolarità di buon valore estetico consiste in una finta ossidazione, che in realtà difende dalla ruggine. Col tempo, assume un colore bruno molto accattivante. E non è un caso che con quel materiale si realizzino opere d’arte, sculture e manufatti destinati ad aree esterne.

Ricordiamo che in corten erano realizzati i contenitori di immondezze, belli, ma poco funzionali, che sono stati esposti e utilizzati in varie parti dell’acropoli. Erano costati, si disse, ben 800 euro ciascuno. Bello il materiale, ma scadente la progettazione e manufatti inadeguati alla bisogna, tanto che sono stati soggetti a una fine ingloriosa.

Diverso esito dovrebbe fornire quel guardrail, peraltro assai utilizzato in tutto lo Stivale e non solo.

Apprezzamento, dunque, estetico e funzionale, per un lavoro che volge al termine e per manufatti di pregio.

Di questi interminabili, ma impegnativi lavori, si annunciava la conclusione ai primi del 2024, ma sembra  ragionevoile prevedere un anticipo.

Foto - Messa in sicurezza la zona di viale San Domenico sul marciapiede

(Foto esclusive Sandro Allegrini)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Messa in sicurezza la zona di viale San Domenico sul marciapiede

PerugiaToday è in caricamento