rotate-mobile
Inviato Cittadino

Inviato Cittadino

A cura di Sandro Allegrini

Scrittore, giornalista, curatore di mostre e direttore di collane, esperto di teatro e di cinema, cultore di lingua e storia locale. Sandro Allegrini ha pubblicato studi di arte e letteratura sulla produzione di autori locali e nazionali. Dirige collane di biografie (“Umbri”), poesia, narrativa, critica e saggistica (“Lanterne”). È autore di oltre 80 volumi di storia locale e lingua perugina, editor di testi di prosa e poesia, artefice di documentari sui rioni cittadini. Membro della Deputazione di Storia Patria per l’Umbria, Accademico d’onore dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia, iscritto all’Ordine nazionale dei Giornalisti, è fondatore e coordinatore dell’Accademia del Dónca. Vincitore di premi nazionali per libri di carattere storico e biografico. Impossibile elencare tutte le sue opere. I volumi editi nel 2023 sono “Peppino Consalvi. Una vita a tutto gas” e “Mia zia Maria Callas dietro le quinte” (Morlacchi Editore).

Inviato Cittadino

INVIATO CITTADINO Manuela Molinelli. Dalle colline assisiati al Mar dei Caraibi

Divisa fra pianoforte, canto, cinema, pubblicità

È tornata nel Cuore Verde riprendendo il cursus honorum che l’ha vista, bambina, far parte del Coro di Voci Bianche della Cappella Musicale della Basilica Patriarcale di San Francesco.

Poi gli studi al Liceo Scientifico e la Facoltà di Scienze Politiche presso l’Alma Mater Studiorum di Bologna.

Partecipa a vari concerti come solista, ma non disdegna di entrare in formazioni corali, adatte a far nascere affetti e coltivare amicizie.

Per diversi anni fa parte del Coro del Teatro Lirico Sperimentale Belli di Spoleto e viene chiamata a collaborare in numerosi spettacoli musicali e diverse produzioni operistiche in Italia e Europa fra le quali “Aida”, “La Traviata” e “Trovatore” di Giuseppe Verdi, “La Boheme”, “Madama Butterfly” e “Suor Angelica” di Puccini e “Elisir d’Amore” di Donizetti.

Poi il salto oltre oceano. Dove matura esperienze formative d’eccellenza. Nel 2011, si trasferisce negli Stati Uniti, precisamente nello Stato libero associato di Porto Rico, dove svolge il ruolo di docente di lingua e cultura italiana presso la facoltà di Lingue dell’Università di San Juan.

L’incontro con Margarita Castro Alberty. Nell’ ambito universitario, stringe amicizia col famoso soprano portoricano, Margarita Castro Alberty - decano presso la Facoltà di Musica - che diventa la sua Maestra.

Da qui lo stimolo a riprendere lo studio del Canto Lirico. Si iscrive, dunque, al Conservatorio, entrando a far parte della classe del Maestro Texano William Woodruff, all’epoca Vocal Coach del Metropolitan Opera di NY.

Mentre studia in conservatorio, Manuela entra a far parte stabilmente del Coro dell’Opera di Portorico. Come membro di tale formazione professionale, prende parte a numerosi concerti e opere liriche fra le quali la “Turandot” di G. Puccini, il Requiem di Verdi, il Requiem di Mozart e lo Stabat Mater di Rossini.

Il Festival Casals. Alcune di queste esibizioni si svolgono in occasione di diverse stagioni del Festival Casals, evento musicale di rango che si tiene ogni anno a San Juan, Puerto Rico, in onore del celebre musicista Pablo Casals. Fu lo stesso grande violoncellista, compositore e direttore a fondarlo, nel 1956, richiamando grandi artisti da tutto il mondo.

L’attrazione fatale per il cinema. Nello stesso periodo, Manuela (che è una bellissima ragazza) viene notata da operatori del settore cine-pubblicitario. È qui che presta il proprio volto a diverse campagne pubblicitarie e a film americani prodotti da Hollywood.

Col covid, il ritorno nella terra di Francesco. Nel 2020, a seguito della pandemia, dopo aver lavorato a Miami, Boston e successivamente in Spagna, torna definitivamente in Italia.

L’attività concertistica come mezzo soprano. Ricomincia a lavorare come mezzo-soprano solista, prendendo parte a diversi concerti in Umbria.

L’exploit a “Vienna Vienna!”. Nel 2022, canta presso il Teatro Morlacchi di Perugia e presso il Teatro Comunale di Todi, in occasione del Concerto “Vienna Vienna”, con l’Orchestra Nuova Sinfonica Italiana di Roma, diretta dal M° Salvatore Silivestro.

Cofondatrice dell’Orchestra Lirica Umbra. Nel maggio 2022 fonda, insieme al tenore Claudio Rocchi, l’“Orchestra Lirica Umbra”, formata da musicisti professionisti residenti nella regione, con cui organizza un’apprezzatissima  serie di concerti.

L’esperienza di Faber. Nel novembre 2023 è una delle protagoniste di “FABER. Un’Opera per le Cartiere di Fabriano” dell’artista visiva Luisa Eugeni promossa dalla Fondazione Fedrigoni Fabriano.

L’omaggio alla Callas. In dicembre, celebrando il centenario callasiano, presso il Teatro degli Industri di Grosseto, si esibisce in un concerto ‘Omaggio a Maria Callas’.

L’esperienza del barocco. Negli ultimi tempi, si sta dedicando anche al repertorio Barocco. Nel gennaio 2024, a Perugia, è stata protagonista del concerto “Händel e Vivaldi: il genio a confronto”, organizzato dall’Associazione Note Barocche.

Ad Assisi in Lirica, Palazzo del Monte Frumentario, si è recentemente esibita col tenore Claudio Rocchi, al fianco di due pezzi da novanta come il violinista Patrizio Scarponi e il pianista Filippo Farinelli.

Ancora negli Usa. Dopodomani parte per New York, dove si esibirà in un grande concerto da tenere il 1°maggio.

Ma le sorprese non sono finite perché è in preparazione un grande evento estivo anche fra i travertini della Vetusta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Manuela Molinelli. Dalle colline assisiati al Mar dei Caraibi

PerugiaToday è in caricamento