rotate-mobile
Inviato Cittadino

Inviato Cittadino

A cura di Sandro Allegrini

Scrittore, giornalista, curatore di mostre e direttore di collane, esperto di teatro e di cinema, cultore di lingua e storia locale. Sandro Allegrini ha pubblicato studi di arte e letteratura sulla produzione di autori locali e nazionali. Dirige collane di biografie (“Umbri”), poesia, narrativa, critica e saggistica (“Lanterne”). È autore di oltre 80 volumi di storia locale e lingua perugina, editor di testi di prosa e poesia, artefice di documentari sui rioni cittadini. Membro della Deputazione di Storia Patria per l’Umbria, Accademico d’onore dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia, iscritto all’Ordine nazionale dei Giornalisti, è fondatore e coordinatore dell’Accademia del Dónca. Vincitore di premi nazionali per libri di carattere storico e biografico. Impossibile elencare tutte le sue opere. I volumi editi nel 2023 sono “Peppino Consalvi. Una vita a tutto gas” e “Mia zia Maria Callas dietro le quinte” (Morlacchi Editore).

Inviato Cittadino

INVIATO CITTADINO La pittrice Moira Lena Tassi rivive l'emozionante incontro con Paola Gassman

La grande attrice appena scomparsa tra ricordi e ritratti

L' intera comunità artistica ricorda con grande affetto e ammirazione la sua figura. Anche l'artista tifernate Moira Lena Tassi condivide un ricordo particolarmente toccante del suo incontro con Paola Gassman.

Quando l’hai conosciuta?

“In occasione di un importante evento, tenutosi a  febbraio del 2022, nell'Oratorio di San Filippo Neri, a Bologna, ebbi occasione di omaggiare l'attrice con un ritratto del celebre padre Vittorio”.

Quale la reazione di Paola?

“L' opera fu  accolta con commozione e gratitudine da Paola. Mi elogiò in particolare per la capacità di aver colto lo sguardo puro e innocente del padre. Disse esattamente: ‘Bellissimo, con lo sguardo come quello di un bambino’. E confesso che l’elogio mi gratificò”.

Racconta Moira Lena: "Incontrare e conoscere Paola Gassman con il compagno Ugo Pagliai, insieme da 54 anni, è  stato davvero emozionante e molto significativo”.

Quale fu il motivo dell’incontro?
“Ho avuto il privilegio di assistere ad una performance unica di Paola, impegnata a  celebrare il centenario della nascita di suo padre Vittorio, un gigante del palcoscenico e del grande schermo”.

Come si svolse l’evento?

“Paola raccontò, attraverso aneddoti e ricordi, il suo rapporto con il padre, un personaggio molto speciale. Ci disse: "Nessuno come lui amava raccontare e sapeva conciliare il successo teatrale con quello cinematografico: la sua vera forza era la poliedricità”. 

Come lo raccontò?

“Riferendo episodi della vita del padre, Paola, che ne aveva ereditato la passione, rivelò anche che Vittorio non aspirava al mestiere che poi l’ha consacrato: “Studiava legge e fu la madre a iscriverlo all’Accademia per fargli vincere la timidezza". Parlare di timidezza per Gassman può apparire assurdo, ma Paola disse proprio questo”.


Continua Moira Lena: "Ho avuto la fortuna di conoscere Paola Gassman e Ugo Pagliai, due grandissimi attori che hanno fatto la storia del teatro: uno scambio di idee, una bella chiacchierata con due straordinari Maestri che mi hanno regalato una lezione non solo sulla nobile arte del teatro, ma anche sulla vita”.

Cosa ti hanno insegnato?

“Soprattutto che occorre impegno e tirocinio. Che artisti non ci si improvvisa. Occorre rigettare la sfacciata disinvoltura e la mancanza di preparazione. Altrimenti si è destinati a perdersi nel  mare magnum degli improvvisatori. Che non durano”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO La pittrice Moira Lena Tassi rivive l'emozionante incontro con Paola Gassman

PerugiaToday è in caricamento