rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Inviato Cittadino

Inviato Cittadino

A cura di Sandro Allegrini

Scrittore, giornalista, curatore di mostre e direttore di collane, esperto di teatro e di cinema, cultore di lingua e storia locale. Sandro Allegrini ha pubblicato studi di arte e letteratura sulla produzione di autori locali e nazionali. Dirige collane di biografie (“Umbri”), poesia, narrativa, critica e saggistica (“Lanterne”). È autore di oltre 80 volumi di storia locale e lingua perugina, editor di testi di prosa e poesia, artefice di documentari sui rioni cittadini. Membro della Deputazione di Storia Patria per l’Umbria, Accademico d’onore dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia, iscritto all’Ordine nazionale dei Giornalisti, è fondatore e coordinatore dell’Accademia del Dónca. Vincitore di premi nazionali per libri di carattere storico e biografico. Impossibile elencare tutte le sue opere. I volumi editi nel 2023 sono “Peppino Consalvi. Una vita a tutto gas” e “Mia zia Maria Callas dietro le quinte” (Morlacchi Editore).

Inviato Cittadino

INVIATO CITTADINO In via Torelli all’opera una squadra di Edilizia Acrobatica

Il team dell’impossibile che opera dove gli altri fanno un passo indietro

Dove non si può entrare con un mezzo dotato di elevatore o piattaforma aerea, entrano in funzione loro: i funamboli della muratura.

Accade in stradine e vicoli dell’acropoli, come via del Bulagaio, stretta e disagevole, nella proprietà Melelli.

INVIATO CITTADINO | Equilibristi edili in azione su via del Bulagaio. Intervento di carattere eccezionale che si sta diffondendo nei centri storici

Ma avviene anche in luoghi della città moderna. Come all’Elce, in un condominio al civico 45 di via Ruggero Torelli, dove non si voleva piazzare un mezzo ingombrante che inibisse l’accesso ai garage.

Era necessario rinforzare una canna fumaria, il cui comignolo era già crollato in occasione di un piccolo evento sismico.

Elce, via Torelli, quel comignolo fittile abbattuto dal sisma. Necessario un controllo di stabilità

Effettuata la visita, formulata la diagnosi. Si trattava di mettere in sicurezza una canna fumaria fittile attraverso una serie di fasce di contenimento in acciaio che scandissero ogni piano. Garantendo l’aderenza del manufatto alla parete.

Lavoro da effettuare con calma e precisione.

Alla bisogna si sono prestati quelli dell’Edilizia Acrobatica al lavoro da qualche giorno.

Si calano dall’alto con solide imbracature e procedono al fissaggio con trapani a percussione che mandano in profondità stopper, dadi e bulloni.

Dato che li  abbiamo  individuati nel corso di altre operazioni, riconoscono il cronista e si mettono in posa. Sebbene… sospesi.

Foto - Edilizia acrobatica, Il team dell’impossibile

(Foto esclusive Sandro Allegrini)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO In via Torelli all’opera una squadra di Edilizia Acrobatica

PerugiaToday è in caricamento