rotate-mobile
Mercoledì, 26 Giugno 2024
Inviato Cittadino

Inviato Cittadino

A cura di Sandro Allegrini

Scrittore, giornalista, curatore di mostre e direttore di collane, esperto di teatro e di cinema, cultore di lingua e storia locale. Sandro Allegrini ha pubblicato studi di arte e letteratura sulla produzione di autori locali e nazionali. Dirige collane di biografie (“Umbri”), poesia, narrativa, critica e saggistica (“Lanterne”). È autore di oltre 80 volumi di storia locale e lingua perugina, editor di testi di prosa e poesia, artefice di documentari sui rioni cittadini. Membro della Deputazione di Storia Patria per l’Umbria, Accademico d’onore dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia, iscritto all’Ordine nazionale dei Giornalisti, è fondatore e coordinatore dell’Accademia del Dónca. Vincitore di premi nazionali per libri di carattere storico e biografico. Impossibile elencare tutte le sue opere. I volumi editi nel 2023 sono “Peppino Consalvi. Una vita a tutto gas” e “Mia zia Maria Callas dietro le quinte” (Morlacchi Editore).

Inviato Cittadino

INVIATO CITTADINO Ercolano e Costanzo cambiano la foto nella carta d’identità a ritratti… invertiti

Una scoperta che scompagina la tradizionale iconografia dei protettori della Vetusta

La rivoluzionaria tesi fa capo a Laura Teza, curatrice della ricostruzione della predella della grandiosa Ascensione di Cristo, in mostra fino al 7 gennaio nella Galleria Tesori d'Arte del Complesso monumentale di San Pietro.

Pare, dunque, che le identità iconografiche classiche fossero sbagliate, addirittura invertite, e che questa intuizione/scoperta rimetta le cose a posto.

Non una faccenda di poco conto. Addirittura un ribaltamento.

Secondo Teza, sarebbe San Costanzo quello con lo sguardo proteso verso l’altrove.

Sarebbe invece Ercolano, defensor civitatis, quel vescovo compreso nella lettura del libro squadernato.

Non sta a noi entrare nello specifico della questione e nel merito delle motivazioni, rigorosamente documentate, che portano alle sconvolgenti conclusioni.

Materia che lasciamo ai super esperti.

Nota personale. Certo è che, d’ora in poi, il 29 gennaio e il 1° marzo/7 novembre, al momento di mettere in pagina l’immagine del santo ricorrente, saremo frenati da qualche seria… perplessità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Ercolano e Costanzo cambiano la foto nella carta d’identità a ritratti… invertiti

PerugiaToday è in caricamento