rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Inviato Cittadino

Inviato Cittadino

A cura di Sandro Allegrini

Scrittore, giornalista, curatore di mostre e direttore di collane, esperto di teatro e di cinema, cultore di lingua e storia locale. Sandro Allegrini ha pubblicato studi di arte e letteratura sulla produzione di autori locali e nazionali. Dirige collane di biografie (“Umbri”), poesia, narrativa, critica e saggistica (“Lanterne”). È autore di oltre 80 volumi di storia locale e lingua perugina, editor di testi di prosa e poesia, artefice di documentari sui rioni cittadini. Membro della Deputazione di Storia Patria per l’Umbria, Accademico d’onore dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia, iscritto all’Ordine nazionale dei Giornalisti, è fondatore e coordinatore dell’Accademia del Dónca. Vincitore di premi nazionali per libri di carattere storico e biografico. Impossibile elencare tutte le sue opere. I volumi editi nel 2023 sono “Peppino Consalvi. Una vita a tutto gas” e “Mia zia Maria Callas dietro le quinte” (Morlacchi Editore).

Inviato Cittadino

INVIATO CITTADINO Costanza Bondi ci spiega i simboli contenuti nella chiesa urbana di S. Agostino al Borgo d’Oro

Ne avevamo rilevato l’importanza esoterica durante un sopralluogo compiuto in loco su invito di Michele Radicchia

Il volume (Il Graal a Perugia. Chiesa di S. Agostino in corso Garibaldi) di contenuto esoterico è stato magistralmente recensito dal collega Umberto Maiorca su queste colonne

Segni e simboli incisi nelle pietre della chiesa di Sant'Agostino conducono al Sacro Graal

Ci limiteremo dunque a ricordare il ruolo svolto dall’amico Michele Radicchia, appartenente a un gruppo esoterico e oggi "gran precettore" dei Miles Christi Templi.

Avemmo dunque modo e occasione di interessarci della questione, legata alla presenza di numerosi simboli intercettabili in quel luogo.

Nella circostanza fummo interessati a redigere un accurato album fotografico di cui offriamo ai lettori un piccolo saggio.

Ci aveva particolarmente colpito il simbolo del ‘quadrato sovrastato dal triangolo’. Ora Costanza ce ne dà ragione.

Spiegando che quel petroglifo (che i questo caso è un graffito fittile) si relaziona al compimento della Grande Opera di cui si indaga l'interpretazione spirituale. Portandoci sulle tracce del Graal proprio nella città d’Euliste.

Foto - I simboli contenuti nella chiesa urbana di S. Agostino al Borgo d’Oro

(Foto esclusive Sandro Allegrini)

Questo raffinato lavoro editoriale di Costanza Bondi ha l’indubbio merito di coniugare il versante territoriale con quello universale-simbolico.

Oltre a questo simbolo, di cui si svela eziologia e significato, sono numerose le croci templari sull’altare e su pitture murali grattate.

Pare evidente il deciso intento di rimuovere queste presenze simboliche, probabilmente ritenute poco consone al luogo o, addirittura, imbarazzanti. Eppure è proprio il tentativo di offuscarle che ne rende interessante la presenza.

Il che non stupisce più di tanto, trovandoci in area templare, palesemente richiamata dal Tempio di San Michele, poco sopra, a qualche centinaio di metri.

Dentro Umbria Libri si terrà un’intervista all’autrice da parte della giornalista Rita Boini, il 28 ottobre alle 18:30 in Palazzo Graziani, corso Vannucci 47.

Sarà un’occasione di sicuro interesse culturale e di forte significato identitario.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Costanza Bondi ci spiega i simboli contenuti nella chiesa urbana di S. Agostino al Borgo d’Oro

PerugiaToday è in caricamento