rotate-mobile
Inviato Cittadino

Inviato Cittadino

A cura di Sandro Allegrini

Scrittore, giornalista, curatore di mostre e direttore di collane, esperto di teatro e di cinema, cultore di lingua e storia locale. Sandro Allegrini ha pubblicato studi di arte e letteratura sulla produzione di autori locali e nazionali. Dirige collane di biografie (“Umbri”), poesia, narrativa, critica e saggistica (“Lanterne”). È autore di oltre 80 volumi di storia locale e lingua perugina, editor di testi di prosa e poesia, artefice di documentari sui rioni cittadini. Membro della Deputazione di Storia Patria per l’Umbria, Accademico d’onore dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia, iscritto all’Ordine nazionale dei Giornalisti, è fondatore e coordinatore dell’Accademia del Dónca. Vincitore di premi nazionali per libri di carattere storico e biografico. Impossibile elencare tutte le sue opere. I volumi editi nel 2023 sono “Peppino Consalvi. Una vita a tutto gas” e “Mia zia Maria Callas dietro le quinte” (Morlacchi Editore).

Inviato Cittadino

INVIATO CITTADINO Bomboletta selvaggia colpisce indiscriminatamente Via Annibale Vecchi

Senza limiti. Non si salva niente

Serrande di negozi e garage, muri intonacati e ritinteggiati di fresco (anche quelli in pietra, che sarà costoso far ripulire), sportelli dei contatori di acqua e gas, campane del vetro e cassonetti, paline del bus. Perfino segnali stradali.

C’è chi aveva fatto riverniciare e si trova daccapo a quindici. Perfino un condominio appena rimesso a nuovo col 110.

Reazioni che definire “irritate” è usare un eufemismo. La buona educazione ci impedisce di utilizzare il termine corrente. E reale.

Imbufaliti, in particolare, i commercianti. Che vedono le proprie serrande sfregiate da ghirigori nei colori rosso, bianco e nero.

Due scimuniti, che hanno messo a ferro e… bomboletta la via, sono effigiati dalle riprese delle telecamere. Non sarebbe, probabilmente, un problema individuarli. Gli inquirenti debbono solo scorrere le registrazioni, che sono state viste da più d’uno.

Ne abbiamo già descritte alcune caratteristiche: k-wai, un tipo con baffi e ray-ban, fare disinvolto, nelle ore che vanno dall’una di notte fin verso le 2:30. Nella completa indifferenza degli automobilisti di passaggio. All’insegna del detto perugino chi te l fa fa. Sulla cui legittimità civile è lecito avanzare più di qualche riserva.

La voce e la notizia corrono sul filo della chat dei commercianti. Che sembrano decisi a presentare denuncia. Anche se c’è qualcuno un po’ titubante per il timore di rappresaglie da parte di certa gentaccia. Messaggi che si lanciano e si rilanciano. Generando sconcerto.

Un nucleo è compatto. Dicono: “Andiamo insieme dai carabinieri a presentare denuncia”. Ma c’è chi si sfila. Il detto classico è “tengo famiglia”. Così bomboletta selvaggia continuerà a imperversare. Producendo danni. Alla faccia di chi teme e si tira indietro.

Ma è proprio vero che i balordi debbono sempre averla vinta? Una bella lezione: pagare i danni, ritinteggiare, lavori di pubblica utilità, no?

Foto - Bomboletta selvaggia colpisce Via Annibale Vecchi

(Foto esclusive Sandro Allegrini)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Bomboletta selvaggia colpisce indiscriminatamente Via Annibale Vecchi

PerugiaToday è in caricamento