rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Inviato Cittadino

Inviato Cittadino

A cura di Sandro Allegrini

Scrittore, giornalista, curatore di mostre e direttore di collane, esperto di teatro e di cinema, cultore di lingua e storia locale. Sandro Allegrini ha pubblicato studi di arte e letteratura sulla produzione di autori locali e nazionali. Dirige collane di biografie (“Umbri”), poesia, narrativa, critica e saggistica (“Lanterne”). È autore di oltre 80 volumi di storia locale e lingua perugina, editor di testi di prosa e poesia, artefice di documentari sui rioni cittadini. Membro della Deputazione di Storia Patria per l’Umbria, Accademico d’onore dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia, iscritto all’Ordine nazionale dei Giornalisti, è fondatore e coordinatore dell’Accademia del Dónca. Vincitore di premi nazionali per libri di carattere storico e biografico. Impossibile elencare tutte le sue opere. I volumi editi nel 2023 sono “Peppino Consalvi. Una vita a tutto gas” e “Mia zia Maria Callas dietro le quinte” (Morlacchi Editore).

Inviato Cittadino

INVIATO CITTADINO Al Manu un pomeriggio di studi sulle collezioni Mariano Guardabassi a 200 anni dalla nascita

Un grande perugino che ha lasciato tracce nella memoria collettiva

Si terrà giovedì 28 dicembre alle 16:30. Per non dimenticare. Due secoli fa nasceva il grande personaggio.

Se ne celebra opportunamente il nome e la memoria con un evento che vede anche la presenza di alcuni discendenti della famiglia.

Un avvenimento voluto dalla direttrice Tiziana Caponi che aprirà parlando della memoria materiale, consistente nelle collezioni conservate al Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria.

Samuele Ranucci relazionerà sugli interessi numismatici e sugli scavi ad Ancarano di Norcia.

Scavi sui quali si soffermerà anche Francesca Diosono, in riferimento alle statue in bronzo di divinità reperite nello stesso territorio.

Sarà quindi la volta di Paolo Vitellozzi che riferirà sulla collezione glittica (relativa a gemme e pietre dure, oltre 600 tra gemme e cammei).

Anche Luana Cenciaioli vi organizzò un interessante incontro.

Divinità, imperatori e antichi egizi: i segreti di gemme e amuleti che hanno attraversato la storia

Chiuderà Alessia Chianella coi bronzi Guardabassi, vasellame ed instrumentum conservati nei depositi del Manu.

Guardabassi è stata figura troppo significativa perché se ne lasciasse cadere l’importante anniversario. E bene ha fatto la direttrice Caponi  ad organizzare l’evento.

Qualche notizia sul personaggio

Era nato a Perugia il 25 marzo 1823 e qui scomparve nel 1880. Si dedicò a studi di disegno e pittura. Nel nostro museo dell’Accademia di Belle Arti se ne conserva l'Autoritratto con pappagallo, opera di cui mi fece notare i pregi, e le sottili allusioni simboliche, la coltissima ex bibliotecaria Fedora Boco, che conosce come nessun altro le risorse dell’Aba per avervi operato fattivamente per tanti anni.

Collateralmente al settore artistico, Guardabassi sviluppava un forte interesse per l’archeologia. Ed è questo il campo in cui è riuscito ad eccellere.

Sfuggì alle Stragi del 1859, ma ne riferì gli eventi con due tele conservate nella Galleria nazionale dell'Umbria.

Dal commissario straordinario per l'Umbria, Gioacchino Napoleone Pepoli, fu inserito nella Commissione artistica provinciale per la catalogazione e la conservazione degli oggetti d'arte, insieme con Luigi Carattoli e Giambattista Rossi Scotti. 

Nel 1875 fu nominato ispettore degli scavi per l'Umbria e socio corrispondente dell'Instituto di corrispondenza archeologica.

E fu qui che dette il meglio di sé.

A lui dobbiamo, fra l’altro, il frutto dell’incarico di sovrintendere allo scavo nell'orto della chiesa perugina di S. Elisabetta. Lì dove fu individuato, riscoperto e valorizzato  il grande mosaico del II secolo d.C. con rappresentazione di Orfeo che ammansisce le fiere. Oggi incluso nell’edificio universitario in via Elce di Sotto. Si può entrare gratuitamente ed è un peccato che siano troppo pochi i perugini che lo conoscono.

Nel 2011, Vittoria Garibaldi ne curò un’interessante mostra Mariano Guardabassi – viaggio nell’Umbria dell’Ottocento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Al Manu un pomeriggio di studi sulle collezioni Mariano Guardabassi a 200 anni dalla nascita

PerugiaToday è in caricamento