Martedì, 26 Ottobre 2021
Salute

In aiuto della pelle (e per molte altre esigenze) c'è l'olio d'iperico: scopriamo cos'è

Un rimedio naturale eccezionale sia in ambito fitoterapico che cosmetico: ecco in quali casi si può utilizzare e quando invece va evitato

Per la cura della pelle ci sono tantissimi rimedi che la natura ci offre. Tra questi, un grande alleato è l’olio di iperico

Molti sono gli effetti che esercita sulla cute irritata e lesa, l'olio di iperico viene infatti principalmente utilizzato nella fititerapia per il trattamento di vari disturbi della pelle, ma anche in ambito cosmetico conta molte applicazioni.

Vediamo allora che cos’è e a cosa serve l’olio di iperico, che proprietà possiede e quando invece va evitato il suo utilizzo.

Che cos’è l’olio di iperico

L’Hypericum perforatum è una pianta che fa parte della famiglia delle Hypericaceae, anche nota con il nome di Erba di San Giovanni in quanto viene raccolta tradizionalmente il 24 giugno, giorno dedicato al santo. L’olio di iperico è un oleolito ottenuto dalla macerazione dei fiori e delle parti aeree dell’Hypericum perforatum in olio vegetale (come quello di oliva, di girasole o di mandorle). Anche l’olio essenziale di iperico si ottiene dai fiori e dalle parti aeree ma distillandole in una corrente di vapore, mentre l’olio fisso si ottiene dai semi della pianta. 

Oltre che per l’utilizzo locale come oleolito, inoltre, l’iperico può essere usato anche in compresse, tisane o capsule.

Le proprietà dell'olio di iperico

Con la sua composizione ricca e particolare, l'olio di iperico ha molte proprietà benefiche che lo rendono un ottimo rimedio naturale per il trattamento di diversi disturbi, soprattutto cutanei.

L'olio di iperico, infatti, grazie alla presenza dell’ipericina, dell'iperforina, della pseudoipericina e dei biflavoni, è dotato di proprietà:

  • decongestionanti
  • antinfiammatorie
  • cicatrizzanti
  • emollienti
  • antinfiammatorie
  • antisettiche 
  • anestetiche 
  • astringenti
  • purificanti
  • lenitive.

L’olio di iperico, quindi, risulta un ottimo rimedio naturale nel trattamento, tra le altre, della couperose, delle punture di insetto, per lenire i bruciori di una scottatura o una infiammazione. 

Olio di iperico: a cosa serve

L'olio di iperico viene utilizzato particolarmente in fitoterapia e cosmesi per il trattamento di svariati disturbi della pelle, sia di lieve che di moderata entità. 

Può essere applicato e massaggiato direttamente sulla pelle in situazioni come pelle secca e arrossata, scottature solari, escoriazioni da freddo, ustioni di lieve entità e piccole bruciature.

Grazie alle sue proprietà cicatrizzanti, antisettiche purificanti e antinfiammatorie, inoltre, l’olio di iperico è il rimedio naturale perfetto da usare per favorire la guarigione di piccole ferite e piaghe e in caso di psoriasi, screpolature, punture di insetti, infiammazioni e infezioni della pelle (arrossamento da pannolino), gengiviti, ecc…

L’olio di iperico, poi, può essere utilizzato come olio da massaggio, sia per combattere dolori articolari, contusioni, distorsioni e contratture muscolari, o come prodotto cosmetico per combattere inestetismi della pelle come rughe, macchie, smagliature e cicatrici da acne.

Oltre all’uso diretto sulla cute, infine, l’olio di iperico può essere utilizzato anche come tintura o sotto forma di capsule adatte alla somministrazione orale (come integratori e farmaci) e con indicazioni diverse da quelle finora elencate.

Controindicazioni

Generalmente l'olio di iperico è ben tollerato da tutti i tipi di pelle e, perciò, non sono noti particolari effetti collaterali o controindicazioni provocati dal suo utilizzo. Tuttavia, quest’olio ha un effetto fotosensibile, rendendo la pelle più sensibile agli effetti dannosi delle radiazioni durante l’esposizione al sole: per questo motivo è importante evitare di esporsi ai raggi UV (come anche alle lampade abbronzanti) dopo aver applicato l'olio di iperico.

L'uso dell'olio di iperico è poi controindicato in caso di ipersensibilità nota ad uno qualsiasi dei suoi componenti. In caso di reazione allergica all’olio di iperico, questa si manifesta solitamente con sintomi quali arrossamento, prurito, bruciore, eruzioni cutanee ed edema.

Inoltre, l'uso interno di questo olio è controindicato negli anziani ipertesi, nelle persone con malattie cardiovascolari, in gravidanza, durante l’allattamento e nei bambini di età inferiore a 12 anni. Attenzione anche ad assumere l’olio di iperico per via interna in concomitanza di altri farmaci, compresi quelli anticoncezionali come la pillola e l’anello vaginale, perché potrebbe interferire con i principi attivi in essi contenuti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In aiuto della pelle (e per molte altre esigenze) c'è l'olio d'iperico: scopriamo cos'è

PerugiaToday è in caricamento