Perché avere muscoli forti migliora l'efficienza del sistema immunitario

Uno studio dimostra la correlazione tra le risposte immunitarie e il miglior grado di allenamento dei muscoli

Secondo uno studio abbastanza recente, avere muscoli forti e ben allenati può aumentare l'efficienza del nostro sistema immunitario. La scienza conferma quindi che caso di malattie croniche serie, dove le difese immunitarie tendono naturalmente ad abbassarci, una massa muscolare allenata allenata può solo portare  beneficio, in quanto sarebbe in grado di contrastare, ad esempio,  la sindrome da deperimento causato dalla patologia (definito processo di cachessia), che porta alla perdita della massa corporea indipendentemente dal nutrimento. Questa ipotesi è stata verificate solamente in laboratorio, ma i risultati sono talmente positivi da cominciare a prevedere a breve studi sull’uomo.

Il sistema immunitario

Ricapitoliamo allora le varie funzioni del sistema immunitario e perché è tanto importante. Si tratta di una complessa rete integrata di mediatori chimici e cellulari, di strutture e processi biologici, che si sono sviluppati nel corso dell'evoluzione umana, per difendere l'organismo da qualsiasi forma di aggressione chimica, traumatica o infettiva alla sua integrità. Per funzionare in maniera effciente, un sistema immunitario deve essere in grado di rilevare un'ampia varietà di agenti, i cosiddetti agenti patogeni, dai virus agli elminti e distinguerli dal proprio tessuto sano dell'organismo.  La capacità di distinguere tra le strutture endogene o esogene che non costituiscono un pericolo è duqnue na caratteristica fondamentale del sistema immunitarioe che deve essere in grado di preservare e le strutture endogene per aggredire quelle esogene nocive per l'organismo che vanno eliminate. Il sistema immunitario protegge gli organismi dalle infezioni attuando una difesa su più livelli di crescente specificità. In breve, le barriere fisiche impediscono agli agenti patogeni, come batteri e virus, di entrare nell'organismo.

La cachessia

Come riporta Melarossa, secondo il National Cancer Institute (NCI), la cachessia si verifica in presenza di patologie croniche ed è la causa di almeno un terzo delle morti dovute al cancro. Secondo il Dott. Alfred Goldberg della Scuola di Medicina dell’Università di Harvard, il processo della cachessia sarebbe dovuto al fatto che il corpo, nel tentativo di combattere una patologia, esagera nell’usare la forza dei muscoli e della massa grassa. Questa “compensazione esagerata” lo prosciuga e distrugge. Di conseguenza anche i linfociti T - le cellule chiave nella risposta immunitaria - sono soggette a un vero e proprio esaurimento. Ad oggi, non esiste nessuna terapia per contrastare il processo mortale di cachessia. Quindi, i ricercatori stanno esplorando la relazione tra i linfociti T e la cachessia e l’influenza dei muscoli sui linfociti T.

Lo studio

Lo studio in questione ha messo in luce i nessi tra la perdita di massa muscolare e l’esaurimento dei linfociti T. Questa relazione ha evidenti conseguenze sulla prestanza del sistema immunitario. La Dott.ssa Cui, che fa parte del team di ricercatori di questo studio, ha raccontato che durante l'esperimento, le cavie con una massa muscolare più sviluppata hanno reagito meglio all’infezione cronica rispetto a quelle con una muscolatura più debole. Bisogna adesso vedere se questi risultati si producono anche sul corpo umano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: centri commerciali e negozi chiusi la domenica. Tutti i provvedimenti

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 22 ottobre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento