Martedì, 19 Ottobre 2021
Salute

Rischio obesità: tale madre, tale figlio

Secondo uno studio americano le abitudini alimentari e lo stile di vita materno influenza quello dei figli fino al 75%. Ecco come prevenire il rischio di obesità nei figli

L'obesità è un problema serio delle società occidentali, specialmente quella infantile. Si insiste molto, infatti, fin dala scuola sull'importanza di adottare stili di vita sani, che comportano alimentarsi correttamente e svolgere un'attività fisica adeguata alle nostre caratteristiche fisiche.

Secondo le statistiche, circa due terzi degli italiani sono convinti di seguire un buon stile di vita, ma contemporaneamente sono anche convinti che solo una minoranza della popolazione viva in modo salutisticamente valido: nella realtà, per la maggior parte, fumare dalle 5 alle 10 sigarette al giorno, bere mezzo litro di vino a pasto, non fare attività fisica e avere 5-8 kg di sovrappeso non sono considerati fattori negativi per la salute.

Perché condurre uno stile di vita sano

Tenere uno stile di vita sano è fondamentale non solo per la nostra salute: infatti con i nostri comportamenti alimentari influenziamo anche la vita di chi ci sta accanto, tra cui i nostri figli. Prendendo l'esempio di madre e figlio, la psicologia dello sviluppo insegna che, nel bene o nel male, i bambini tendono ad imitare gli adulti. I bambini ci studiano e ci osservano, acquisendo atteggiamenti, copiando gesti, assimilando parole, espressioni. Certo non saranno mai copie esatte dei loro genitori; tuttavia l’impronta che lasciamo su di loro è determinante per la loro vita. 

Ecco perché è chiaro che le madri che rispettano uno stile di vita sano, fanno del bene non solo a loro stesse, ma anche ai loro figli, esponendoli ad un rischio di diventare obesi significativamente più basso.

Corretta alimentazione, giusta dose di attività motoria e astensione dal tabagismo e dal consumo eccessivo di alcolici dovrebbero essere dunque la scelta di ogni genitore.

Lo stile di vita delle madri influenza quello dei figli: lo studio

Questa tesi è confermata da uno studio condotto in Canada e negli Stati Uniti che ha analizzato le informazioni riguardanti più di 24.000 bambini di età compresa tra i 9 e i 14 anni e le loro 17.000 mamme la cui età media è di 41 anni. Lo studio è stato svolto attraverso questionari sulla loro storia medica, lo stile di vita, l'indice di massa corporea, l'attività fisica svolta e la dieta adottata. Tutte queste informazioni hanno consentito ai ricercatori di raccogliere i dati indispensabili per valutare l'entità del rischio di diventare obesi al quale sono esposti i figli di queste donne.

I risultati

Come riporta fitnesstrend.com, dalla ricerca americana si è visto che le abitudini delle madri influenzano in modo significativo il peso dei figli. Rispetto ai soggetti le cui madri sono meno attente alla salute e alla forma, nei figli delle donne in perfetta forma fisica, il rischio di diventare obesi si abbassa del 56 per cento.

I bambini le cui mamme non fumano hanno il 31 per cento di probabilità in meno di diventare obesi e più o meno vale lo stesso per i figli delle donne che svolgono almeno 150 minuti di attività motoria alla settimana e che sono astemie o che bevono alcolici con moderazione.

I figli delle mamme più attente, che quindi seguono un'alimentazione equilibrata, sono normopeso, svolgono regolarmente attività fisica, consumano alcolici con moderazione e non fumano, sono quelli che ottengono i benefici maggiori. In questo caso, il rischio di obesità si riduce addirittura del 75 per cento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rischio obesità: tale madre, tale figlio

PerugiaToday è in caricamento