La dieta giusta per non prendere chili in menopausa

Dimagrire e mantenere in forma l'organismo in questa fase della vita femminile può essere difficile, ma non impossibile: ecco come prendersi cura del proprio benessere seguendo la giusta alimentazione

Il periodo in cui termina la vita fertile della vita delle donne è chiamato memopausa. SI verifica tra i 45 ed 55 anni di età, ma esistono anche menopause precoci o tardive. Infatti, già alcuni mesi prima della cessazione delle mestruazioni si possono notare alterazioni del ciclo mestruale (mestruazioni ravvicinate e abbondanti oppure più distanziate tra di loro): è l'effetto della regeressione degli ormoni estrogeni, responsabili di stimolare l'ovulazione.

Nella menopausa anche le ovaie cessano la loro attività e, di conseguenza, diminuisce nel sangue la quantità degli estrogeni, che sono prodotti dalle ovaie. Le conseguenze di questo fenomeno possono essere disturbi di vario tipo (vampate di calore, sudorazioni profuse, palpitazioni e tachicardia, sbalzi della pressione arteriosa, disturbi del sonno, vertigini, secchezza vaginale e prurito genitale, irritabilità, umore instabile, affaticamento, ansia, demotivazione, disturbi della concentrazione e della memoria, diminuzione del desiderio sessuale).

Tutto questo è associato al fatto che durante la menopausa le donne cominciano anche a faticare nel perdere i chili di troppo, complice un rallentamento del ritmo del metabolismo. Chili in più e maggiore ritenzione idrica possono fare la loro comparsa, al contempo dimagrire può risultare più difficile ma di certo non impossibile, se si seguono alcune semplici regole.

Dimagrire dopo la menopausa

Una dieta sana ed equilibrata da abbinare a un po' di movimento sono il "mantra" per dimagrire in menopausa. Più l’età va avanti, più il metabolismo tende a rallentare e dimagrire risulta difficile, il corpo cambia a causa soprattutto degli ormoni, il metabolismo si modifica e il processo di assimilazione dei cibi non sarà più lo stesso. Ecco perché per rimanere in forma bisogna limitare alcuni alimenti nella dieta e aumentare il consumo di altri.

Dieta in menopausa

Durante la menopausa è importante seguire un regime dietetico controllato. Prediligete i cereali e le farine integrali perché più digeribili e ricchi di fibra alimentare, vitamine e sali minerali. La varietà ma con moderazione deve essere la linea guida in alimentazione, eliminando i grassi in eccesso e i cibi troppo salati, privilegiando al contrario le spezie e bevendo almeno 25 ml di acqua per kg corporeo.

Inoltre è importante fare attenzione alle quanitità: limitate il consumo di carne rossa e formaggi, al contrario mangiate più pesce, ricco di Omega 3, legumi e ortaggi. Ceci, piselli, fagioli e lenticchie sono un’ottima fonte di proteine vegetali, inoltre contengono degli ormoni naturali che favoriscono il benessere dell’organismo quando arriva la menopausa. Da evitare le bevande zuccherate e gassate, come pure a quelle ricche di teina.

Cibi crudi e cotti: le variazioni di peso e le regole da seguire per non eccedere con le porzioni

Per avere il giusto apporto di sali minerali e delle sostanze nutritive utili al benessere e alla salute dell'organismo, il consiglio è quello di aumentare il consumo di frutta e di verdura. Scegliete spuntini sani (yogurt, frutta secca), cenate presto e bevete tisane, utili per combattere la ritenzione idrica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 19 aprile: tutti i dati comune per comune

  • Cattura record nel Tevere, catturato un pesce siluro da 150 chili, lungo oltre 250 centimetri

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 17 aprile: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 aprile: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus, il Governo Draghi vara il decreto-legge Riaperture: le novità

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 22 aprile: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento