Allenarsi in casa con il tapis roulant, i pro e i contro

Un macchinario ideale per simulare la corsa o la camminata in casa e fare l'allenamento "cardio" per dimagrire. Non tutti però lo possono usare, ecco perché

Quando decidiamo di perdere peso, oltre a segliere la dieta giusta che fa al caso nostro, se vogliamo mantenere dei risultati duraturi e bandire l'effetto yo-yo, non resta altro da fare che praticare un'attività sportiva. Ideale è quella aerobica. Come praticarla in casa, specialmente se fuori piove, fa freddo e le palestre sono off-limits per la pandemia?

Tra le varie attività sportive da praticare in casa, il tapis roulant è un attrezzo perfetto che permette di camminare o correre restando sempre nello stesso luogo; questo strumento si rivela ideale in questo momento in cui le palestre sono chiuse e sono in atto le restrizioni per limitare la diffusione del Covid-19, così come se non si ha tempo di uscire per fare una corsetta.

Come funziona

Il tapis roulant è una piattaforma mobile formata da un nastro trasportatore messo in moto da un motore elettrico. Il nastro si muove a più velocità verso la parte posteriore, così da richiedere all'utente un movimento in base alla velocità: camminare o correre dipende dalla velocità della cinghia. La velocità può essere controllata e misurata attraverso un monitor o in caso di funzionamento tmeccanico ramite un funzionamento passivo del nastro, che si muove col movimento dell'utente. Questi ultimi modelli sono conosciuti come tapis roulant manuali. In ogni caso possiamo scegliere a nostro piacimento la velocità, l’intensità e la pendenza dell'allenamento. Inoltre, i modelli più moderni permettono di collegarsi agli strumenti di misurazione cardiaca, di consumo delle calorie e magari anche alla Wi-Fi, scaricando gli aggiornamenti.

La storia del tapis roulant

Il primo tapis roulant per uso domestico è stato sviluppato da William Staub, un ingegnere meccanico statunitense. Staub ha sviluppato il suo tapis roulant dopo aver letto il libro Aerobics del Dottor Kenneth H. Cooper, pubblicato nel 1968. Il testo osservava che le persone che correvano 8 minuti per 5 volte alla settimana avevano una migliore condizione fisica. Staub notò che non c'erano tapis roulant domestici a prezzi accessibili così sviluppò il suo prototipo PaceMaster 600 e lo inviò al Dott. Cooper che trovò i primi clienti, facendo commercio di varie attrezzature per il fitness.

Staub iniziò a produrre i primi tapis roulant "domestici" nel suo stabilimento di Clifton per poi passare allo stabilimento a Little Falls, nel New Jersey. 

Il predecessore del tapis roulant fu progettato dal Dr. Robert Bruce e da Wayne Quinton presso l'Università di Washington nel 1952. Il suo principale funzionamento era quello di diagnosticare malattie cardiache e polmonari. La ricerca del Dr. Kenneth H. Cooper sui benefici dell'esercizio aerobico, pubblicato nel 1968, fornì un argomento medico per sostenere lo sviluppo del tapis roulant.

Il tapis roulant per dimagrire

Grazie al tapis roulant è possibile simulare una sessione di corsa comodamente in casa, ma anche velocizzare il metabolismo e perdere peso. Molti specialisti lo consigliano come una salutare passeggiata, per scaricare lo stress e la tensione emotiva.

Questa macchina è in grado di simulare ben due delle attività fisiche comprese nella tipologia "cardio": la camminata intensa e la corsa. La maggior parte dei tapis roulant ha una modalità "cardio" dove è impostata una frequenza cardiaca e in base ad essa varia la velocità e la pendenza della macchina stessa, quindi il tapis roulant fornisce energia meccanica al corpo umano in base alla frequenza cardiaca del soggetto.

Sui modelli più recenti è presente anche la possibilità di variare oltre che la rapidità anche la pendenza dell'esercizio svolto dall'individuo, così da simulare una salita. Alcuni tapis roulant hanno anche la funzione inversa, cioè possono simulare la discesa.

Chi non può usare il tapis roulant

Attenzione però, non tutti possono usare il tapis roulant, tra questi:

  • bambini under 12;
  • soggetti sovrappeso;
  • cardiopatici.

Inoltre, il suo uso è sconsigliato a soggetti sofferenti di artrosi e artrite; persone soggette a ipertensione; soggetti ancora convalescenti da malattie e infiammazioni alle articolazioni; asmatici. In ogni caso, prima di acquistarlo o utilizzarlo, è bene consultare un medico o uno specialista dello sport.

Vantaggi e svantaggi

L'utilizzo del tapis roulant comporta indubbiamenti molti vantaggi, tra cui il fatto che:

  • consente di allenarsi a prescindere dalle condizioni atmosferiche;
  • il nastro imbottito è in grado di fornire un'ammortizzazione maggiore rispetto alla corsa fatta su superfici esterne;
  • alcuni tapis roulant hanno programmi di allenamento che possono simulare vari tipi di terreni per fornire vari tipi di esercizio;
  • i progressi possono essere monitorati (distanza, calorie bruciate e frequenza cardiaca).

Per quanto riguarda gli svantaggi, invece, ricordiamo che:

  • molti utenti trovano il tapis roulant un'attività noiosa e lo abbandonano dopo poco tempo;
  • il tapis roulant non offre la soddisfazione psicologica di chi corre all'esterno: vedere nuovi posti,respirare aria pulita, etc.
  • se non viene utilizzato correttamente, può causare lesioni e infortuni;
  • i costi di acquisto, i costi elettrici ed eventuale riparazione sono molto elevati;
  • occupa molto spazio a casa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ufficiale: nuova ordinanza della presidente della Regione Umbria

  • Zona Rossa, da oggi vietato andare a trovare amici e parenti e confini regionali blindati: ecco le eccezioni per spostarsi

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 febbraio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 febbraio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 22 febbraio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 febbraio: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento