Denti bianchissimi in maniera naturale, ecco come fare

Se il vostro sorriso non è più candido come una volta, non dovete per forza ricorrere al dentista: ecco alcuni rimedi fai-da-te che vi daranno il risultato sperato

Se guardandovi allo specchio avete notato che il vostro sorriso non è più brillante, forse è necessario correre ai rimedi. Non dovete necessariamente mettere mano al portafogli per prenotare una seduta dal dentista, esistono alcuni rimedi naturali per riacquistare denti bianchi, ecco quali sono.

Denti bianchi in maniera naturale, ecco i rimedi

  • Inumidite il vostro spazzolino da denti e cospargetelo con un pizzico di bicarbonato. Quindi, lavate delicatamente i denti e sciacquateli con cura. Questo trattamento va eseguito al massimo una volta a settimana.
  • Di tanto in tanto, strofinate sui denti una scorza di limone o di arancia. Le bucce di mandarino hanno il potere di togliere dai denti quelle antiestetiche macchie giallastre lasciate dalle sigarette e dal caffè.
  • Intingete lo spazzolino nella polpa di una fragola schiacciata e passatelo delicatamente sui denti: in breve torneranno candidi.
  • Lamponi antitartaro. Un metodo efficace per eliminare il tartaro dai denti è quello di tagliare i lamponi a metà e strofinarli sui denti, nella parte più vicina alle gengive. Questo succo va lasciato in posa per almeno un’ora, poi si può risciacquare con acqua tiepida, aiutandosi anche con lo spazzolino. L’operazione va ripetuta almeno per quattro giorni.
  • Sale al posto del dentifricio. Mettete un pizzico di sale sullo spazzolino e lavatevi i denti come sempre. Potete anche immergere lo spazzolino in un bicchiere dove avete disciolto in acqua un cucchiaino di sale fino. Il sale sbianca i denti e rinforza le gengive, ma questa pratica non va effettuata più di una volta al mese.
  • Strofinate sui denti una foglia di salvia, che - essendo leggermente abrasiva - levigherà delicatamente la dentatura senza rovinarla. Inoltre, la salvia è un alleato notevole in caso di alito cattivo: preparate un decotto facendo bollire per 5 minuti 5 grammi delle sommità fiorite della pianta di salvia; filtrate con un colino e utilizzate il liquido ottenuto, una volta raffreddato, per fare dei gargarismo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 17 aprile: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 13 aprile: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 12 aprile: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 16 aprile: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 aprile: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 15 aprile: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento