rotate-mobile
Alimentazione

Ecco perché non dobbiamo temere di esagerare con il cibo nelle feste natalizie

Il personal trainer Marco Lucacci ci spiega come la giusta forma fisica non teme periodi di "eccessi", se si svolge un'attività fisica regolare e adeguata al proprio corpo

Stop alla paura di sgarrare con il cibo durante le feste. Lo affermano alcuni esperti del settore benessere, tra cui Marco Lucacci, personal trainer e imprenditore del fitness da più di 30 anni nel settore, che ci spiega perché non bisogna temere di rilassarsi un po' con pranzi e cene in compagnia nel periodo natalizio.

Non si ingrassa solo "da Natale a Capodanno"

"Le persone che non stanno mai a dieta e che mangiano tutto l'anno, di solito si mettono paradossalmente a dieta poco prima delle feste. Questo è veramente assurdo in quanto tanto vale concedersi queste ultime 'felicità alimentari', per poi rimettersi ad un regime alimentare più corretto. È altrettanto sbagliato prendere le feste troppo sul serio anche per quelle persone che tutto l'anno sono a dieta. Io dico sempre che non è mai da Natale a Capodanno che si ingrassa, ma dal primo dell'anno a Natale. Non saranno mai quei sette, otto, dieci giorni di feste, che compromettono la performance estiva o la performance degli agonisti. Questo periodo è anzi importantissimo per la persona che durante l'anno ha sempre delle limitazioni dal punto di vista del gusto, dell'alimentazione e anche del tempo libero che magari durante le feste approfitta per togliersi qualche sfizio. Un po' di tempo in più per andare da qualche parte oppure un po' di cibo che normalmente non si mangia durante l'anno sono importantissimi, perché ci sono degli alimenti che durante le diete non si mangiano mai, tipo insaccati, latticini e che se si assumono fanno bene a livello enzimatico. È assolutamente salutare anche a livello mentale, sentirsi partecipi di una festa, di un cenone, di un pranzo di Natale e fare contenta anche la famiglia stessa che durante l'anno ci vede sempre un po' emarginati sotto il profilo alimentare. Quindi io dico che si deve stare in un percorso alimentare corretto per gran parte dell'anno, poi ci sono dei periodi come il Natale o come potrebbe essere la Pasqua o il Ferragosto, o un compleanno o il matrimonio di un amico, che sono degli episodi che sono momenti importanti da vivere sia a livello fisico che a livello mentale. Quindi le feste vanno vissute con una certa rilassatezza, sia sotto il profilo alimentare sia sotto quello dell'allenamento".
 

Un'attività fisica regolare e adeguata

Che tipo di attività è preferibile per mantenersi in forma?

"Innanzi tutto l'attività fisica deve piacere perché solo le cose che piacciono danno risultato. Chiaramente io sono un personal trainer e lavoro con persone che utilizzano pesi per ottenere dei corpi tonici e muscolosi ma la ricerca di chi si rivolge a me è quella di un corpo tonico e a volte di un corpo tonico che va verso l'ipertrofia muscolare. In ogni caso è importantissimo abbinare l'alimentazione all'allenamento. Chiaramente non è una cosa per tutti in quanto, non si tratta di un gioco, come il calcio, il basket o il nuoto che possono portare quella persona a godersi quel tipo di sport. Sollevare pesi difficilmente piace, ciò che piace è il risultato e per apprezzare il risultato bisogna fare il sacrificio. Per chi mira solo
all' estetica, la palestra e l'allenamento cardiovascolare e isotonico, sono sicuramente la cosa migliore. Per chi però non ama questo tipo di attività va bene qualsiasi tipo di sport purché ci abbini una sana alimentazione. L'attività sportiva che si fa, deve essere regolare perché fare attività fisica solo il sabato e la domenica o i giorni di festa, qualunque essa sia, può essere dannosa perché si crea uno shock all'organismo. Quindi qualsiasi attività va bene purché si segua una tabella di marcia e si sia seguiti da qualcuno che la sappia guidare per il raggiungimento del risultato".
 

Senza felicità non c'è benessere

Al di là del fattore estetico, quanto sono importanti l'attività fisica e l'alimentazione per avere un buon equilibrio psico fisico e di salute?

"Io parto dal presupposto che per stare bene con il mondo che ci circonda, con la società, con il prossimo, è importante prima di tutto stare bene con se stessi, tutto parte da questo. La felicità è dentro di noi. Se una persona sta bene vive bene con se stessa, qualsiasi cosa faccia piace a lui e piace agli altri. La forma fisica è importantissima per chi ci tiene. Per me la forma fisica è quasi tutto ma rispetto chi la forma fisica la mette in un secondo piano perché magari ha degli obiettivi politici, economici o imprenditoriali. Bisogna stare bene con se stessi, qualunque cosa si faccia, sia che si tratti di forma fisica o di scalata politica, economica o imprenditoriale. Nel libro che ho scritto, 'Vivere è sognare, dai corpo ai tuoi sogni', cerco di trasmettere questo messaggio che è quello di sognare e cercare di raggiungere il sogno. Per me sognare è avere degli obiettivi e soprattutto dar loro corpo. Perché solo quando il sogno prende corpo, quindi non è più tale ma diventa concreto, noi assaporiamo la vera felicità".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco perché non dobbiamo temere di esagerare con il cibo nelle feste natalizie

PerugiaToday è in caricamento