Lunedì, 21 Giugno 2021
Alimentazione

Dieta del semaforo, un regime alimentare facile ed efficace

Per perdere peso e seguire un'alimentazione sana basta dare la giusta priorità ai cibi più o meno salutari, senza rinunce difficili o troppo impegnative

Quando il nostro obiettivo è quello di eliminare chili in eccesso, la prima cosa che dobbiamo fare è eliminare dalla nostra alimentazione quei cibi super calorici e che quindi ci fanno ingrassare. La maggior parte dei cibi che mangiamo, infatti, sono molto raffinati, e contengono veleni e tossine.

Per fare questa cernita viene in nostro aiuto la dieta del semaforo.

Dieta del semaforo, come funziona

Questo regime alimentare consiste in estrema sintesi nel preferire gli alimenti che fanno dimagrire senza privarci completamente di quelli più calorici, ma assumendoli senza esagerare. Partendo dai colori del semaforo, quindi rosso, verde e giallo, dobbiamo dividere la nostra dieta in tre punti e ad ognuno di questi associare determinati tipi di alimenti.

Nel colore rosso del semaforo ci sono tutti quei cibi da evitare. Nel giallo mettiamo i cibi da consumare con prudenza e moderazione. Infine il verde permette di consumare alimenti liberamente e include i cibi salutari.

  • Semaforo rosso:

i carboidrati complessi, il riso, i grassi, le patate, i salumi, i formaggi grassi, i dolci, i fritti, il pane e l’alcol. 

  • Semaforo giallo:

la pasta integrale, il latte parzialmente scremato, le uova, la carne di maiale, l'agnello, i succhi di frutta e le banane.

  • Semaforo verde

la frutta e la verdura, i legumi, i funghi, ricotta e formaggi freschi, il pollo, il tacchino, il pesce e il riso integrale.

È importante poi bere molta acqua e praticare regolarmente attività fisica per massimizzare i risultati.

I nutrizionisti consigliano sempre 3 pasti principali, inserendo possibilmente almeno 1/3 delle proteine previste per il fabbisogno giornaliero, a partire dalla prima colazione, per permettere al’organismo di iniziare al meglio la giornata. Il pasto mattutino deve essere sempre abbondante, mentre la cena deve essere sempre più leggera rispetto agli altri per non appesantire il fegato durante il riposo notturno. Sono consentiti due spuntini extra. Uno a metà mattina e uno a merenda. Oltre all'acqua, vanno bene anche spremute e centrifughe di frutta senza zucchero.

I vantaggi della dieta del semaforo

Questa dieta non elimina del tutti alcuni tipi di cibi, possiamo manigare tutto ma con moderazione. Questo è senza dubbio il punto forte di questo regime alimentare, l'estrema semplicità, un'organizzazione ottimale che permette di dare risultati duraturi senza troppe rinunce e sacrifici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dieta del semaforo, un regime alimentare facile ed efficace

PerugiaToday è in caricamento