Il casatiello napoletano, la ricetta facile e veloce di un tipico piatto pasquale

Fondamentale per la riuscita di questa pietanza di origini napoletane, ma apprezzata ovunque, è la doppia levitazione: temperatura di 26° – 28° e lontano da correnti d’aria e fonti di calore

Nel menu di Pasqua ci sono alcuni cibi che non possono mancare. Oltre alle uova di cioccolato, salumi e colombe, un altro piatto tipico della tradizione è senza dubbio il casatiello, una torta salata della cucina napoletana dall’impasto soffice e ricco di sapore.

Come vuole la tradizione, il casatiello napoletano viene servito in abbinamento a una varietà di salumi come antipasto del pranzo di Pasqua. Ma per i suo sapore e la sua ricchezza, ma può costituire una portata a sé. Questa torta salata si prepara con un impasto simile a quello della pizza, e viene tradizionalmente farcito con salame tipo Napoli e pecorino grattugiato.

Per preparare un casatiello di Pasqua buono come quello napoletano ma con una ricetta facile e veloce, ecco quello che fa per te.

La cosa fondamentale per la riuscita di questa preparazione è una buona lievitazione, con l'impasto che va tenuto al caldo, ma non troppo vicino a una fonte di calore diretto. Inoltre, per una presentazione originale ed elegante, puoi dividere la pasta in piccole porzioni e cuocerla in stampini individuali a bordi alti.

Casatiello napoletano, ricetta rapida

Tempo di preparazione:

30 Minuti

Tempo di cottura:

45 Minuti

Porzioni:

8-10 persone

Ingredienti per l’impasto

  • 500 gr Farina 0
  • 270 gr Acqua
  • 25 gr Lievito di birra fresco
  • 30 gr Strutto (o burro)
  • 1 cucchiaino di Sale (raso)
  • 1 cucchiaino di Zucchero
  • q.b. Pepe nero

Ingredienti per il ripieno

  • 400 gr di Salumi misti e provola a cubetti
  • 50 gr di Pecorino grattugiato
  • 3 Uova sode

Preparazione

Sciogli il lievito di birra in 100 ml di acqua tiepida e zucchero per farlo attivare e lascialo riposare per 10 minuti.

Poi procedi con la preparazione dell’impasto del casatiello napoletano.

Impasta la farina con 170 g di acqua e il cucchiaino di sale, poi aggiungi il lievito di birra attivato, il pepe e lo strutto a temperatura ambiente. Continua ad impastare, fino ad ottenere un composto liscio, omogeneo ed elastico.

Forma ora una palla con l’impasto ottenuto e lasciala riposare in una ciotola coperta con un canovaccio o con della pellicola trasparente, ad una temperatura di 26° – 28° e lontano da correnti d’aria e fonti di calore. L’impasto con la lievitazione dovrà diventare il raddoppio di volume (serviranno circa 2 o 3 ore di tempo).

Quando l'impasto è ben cresciuto, stendilo su di un piano di lavoro e forma un rettangolo dello spessore di circa 1 centimetro. Lascia da parte un piccolissimo pezzetto di impasto, che servirà per fissare le uova sode sul casatiello di Pasqua.

A questo punto distribuisci i salumi e i formaggi tagliati a cubetti sopra il rettangolo, poi spolvera con il pecorino grattugiato ed infine arrotola il rettangolo su sé stesso, formando un rotolo.

Sigilla bene il rotolo farcito così che il ripieno non fuoriesca durante la cottura, poi poggialo in uno stampo a ciambella del diametro di circa 24 centimetri rivestito di carta forno o imburrato, curando che le estremità del rotolo si uniscano bene, così da formare un ciambellone.

Ora decora la superficie del casatiello salato con le uova sode esercitando una leggera pressione sulle uova, così che  si immergano un po’ nell’impasto. Fissa le uova sode sulla superficie del casatiello con l’impasto avanzato, formando delle striscioline e disponendole sopra le uova a forma di X.

O questo punto occorre una seconda lievitazione: copri il casatiello napoletano con della pellicola trasparente o un canovaccio e lascialo riposare ad una temperatura di 26°/ 28° per circa 2 – 2 ore e mezzo, fino a quando non avrà raddoppiato il suo volume raggiungendo il bordo della teglia.

Trascorso questo tempo, inforna il casatiello di Pasqua e cuoci a 180°C per circa 45-60 minuti in base alla potenza del forno, o comunque fino a che la superficie del casatiello non sarà ben dorata.

Finita la cottura, sforna il tuo casatiello napoletano e fallo stiepidire prima di passarlo su un piatto da portata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza della presidente della Regione Umbria: le regole

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 10 aprile: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 9 aprile: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 13 aprile: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 12 aprile: tutti i dati comune per comune

  • Tragedia mentre potano una pianta, il figlio muore davanti agli occhi del padre

Torna su
PerugiaToday è in caricamento