menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

INVIATO CITTADINO XX Giugno. La vittoria della vita a San Matteo degli Armeni

Piantumato un gingko biloba di 50 centimetri i cui semi sono sopravvissuti alla distruzione nucleare di Hiroshima

XX Giugno. La vittoria della vita a San Matteo. Dalla speranza della ripartenza alla ripartenza della speranza. Antonio Brunori sintetizza con questa formula la piantumazione del gingko biloba di 50 centimetri i cui semi sono sopravvissuti alla distruzione nucleare di Hiroshima. Al giardino pacifista di San Matteo degli Armeni viene messa a dimora questa pianta, destinata a durare fino a cinque secoli. Farà il tris con la pianta secolare ai Tre Archi e col cedro dell’Università.

Il quintetto d’archi (Orchestra da camera di Perugia, introdotta da Simone Frondini) col primo violino Azusa Onishi include ben tre musiciste giapponesi che, fra l’altro, eseguono la composizione di un loro connazionale “Orfeo a Hiroshima”, un Orfeo all’Inferno della storia contemporanea.

David Grohmann introduce, Antonio Brunori spiega, Marco Maovaz propone una relazione densa di sapori e di saperi.

Il sindaco Andrea Romizi fa appello al senso di comunità. Il rettore Maurizio Oliviero esalta il senso della memoria e l’idea di resilienza, prendendo a modello gli oltre 700 anni dello Studium perusinum.

La presidente della Regione Umbria Donatella Tesei parla di spirito di collaborazione.

Il direttore artistico di UJ, Carlo Pagnotta, scherza sul proprio ruolo (“Ho scoperto di essere un’Istituzione”) e accenna a prossimi eventi che vedranno la Vetusta al centro dell’interesse della musica internazionale.

Poi la messa a dimora, con la pietosa bugia che nulla è stato preparato, mentre la terra già smossa viene su che è una bellezza. Le autorità mostrano la propria assoluta inadeguatezza agricola manovrando la vanga come fosse una scopa, ma scherzano e autoironizzano.

Poi Azusa fa la prima innaffiatura. Una giornata in un luogo fortemente evocativo come l’Orto dei Giusti. Una cerimonia che sarebbe piaciuta al nostro Capitini. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento